Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

L'enteropatia immunoproliferativa nel cane va trattata fin dall'insorgenza dei primi sintomi. Scopriamo cosa è e cosa comporta in Fido.

gastroenterite

Intervenire in tempo può limitare i danni, una corretta diagnosi è la chiave di tutto. La patologia di cui parliamo è l’ enteropatia immunoproliferativa nel cane.

Potrebbe non essere totalmente debellata, ma è possibile controllarne lo sviluppo e limitare i danni che provoca. Un attento esame del veterinario è necessario per il trattamento corretto, che potrebbe essere diverso di cane in cane.

Cosa è

L’enteropatia immunoproliferativa nel cane, una malattia correlata a un sistema immunitario anormalmente reattivo, colpisce l’intestino crasso o tenue, il fegato, il sistema endocrino, i reni e la pelle.

Il rivestimento dello stomaco viene infiltrato attraverso le cellule infiammatorie, ostacolando così le normali funzioni di assorbimento e digestione. 

Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

Essendo un’infiammazione collegata al sistema immunitario,può rendere il corpo più vulnerabile alle infezioni batteriche, ai parassiti, al cancro intestinale o alla sensibilità alimentare.

Inoltre, perdita di proteine ​​e grave malassorbimento intestinale sono comunemente osservati.

Sintomi

In caso di enteropatia immunoproliferativa nel cane, i sintomi sono generalmente osservati nei giovani e nei cani di mezza età.

I sintomi più comuni sono attacchi irregolari e continui di diarrea per un lungo periodo (cronico), generalmente preceduto da perdita di appetito.

Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

L’enteropatia immunoproliferativa può anche colpire la pelle, con sintomi che includono ulcere ai margini delle orecchie e perdita di pelo (alopecia) su entrambi i lati del corpo.

Cause

Tra le cause scatenanti della patologia, vengono evidenziati eventi stressanti come viaggio, imbarco, vaccinazione o, per una femmina, essere in calore (estro)

Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

Sebbene non vi siano cause comprovate per l’enteropatia immunoproliferativa, ci sono spesso periodi continui di diarrea associati a questi tipi di eventi stressanti.

Diagnosi

Il veterinario effettuerà un profilo ematico completo, incluso un profilo ematico chimico, un emocromo completo e un’analisi delle urine

Gli esami del sangue possono mostrare condizioni concomitanti di anemia se l’enteropatia immunoproliferativa è in forma grave.

Una volta ottenuti questi risultati, il veterinario effettuerà esami fecali ed esami del sangue per verificare la presenza di parassiti e infezioni batteriche, due delle cause più frequenti di diarrea cronica.

Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

Una biopsia intestinale è anche importante per fare una diagnosi definitiva. Si estrae una piccola porzione di tessuto intestinale e la si analizza. 

Essendo l’immunosoppressione il trattamento primario della malattia infiammatoria intestinale, è fondamentale escludere qualsiasi possibile causa infettiva.

Trattamento

Non esiste una cura particolare per il disturbo da enteropatia immunoproliferativa, ma può essere controllata se diagnosticata in tempo.

L’opzione di trattamento più importante è la gestione dietetica con una dieta intestinale speciale, che ha tutte le fonti proteiche necessarie senza additivi.

Il trattamento mira principalmente a limitare la risposta e ridurre l’infiammazione che può essere presente nella regione gastrointestinale.

Enteropatia immunoproliferativa nel cane: cosa bisogna sapere

Il prednisone o i corticosteroidi sono utili per sopprimere la risposta immunitaria iperattiva e gli antibiotici possono essere prescritti per qualsiasi infezione rilevata.

La condizione fisica di Fido dovrebbe migliorare già dalla seconda settimana dall’inizio del trattamento.

Prodotti Consigliati dal nostro Team: