Feocromocitoma nel cane: cosa sapere sul cancro della ghiandola surrenale

Il feocromocitoma nel cane è un tumore molto raro che in genere colpisce Fido in età avanzata. Vediamo quali sono i sintomi e come si cura

Quando la ghiandola surrenale produce troppi ormoni c’è qualcosa che non va: è il feocromocitoma nel cane, un particolare tipo di tumore.

Non sempre i sintomi sono evidenti, per questo non è facile diagnosticarla. Per fortuna è rara nel cane, in genere si manifesta in quelli molto anziani.

Dato che è un tumore che colpisce una ghiandola endocrina, che quindi produce ormoni, i feocromocitomi si diffondono rapidamente agli organi vicini.

Sintomi

Anche se come abbiamo detto non sono sempre evidenti, questi sono i sintomi del feocromocitoma nel cane:

  • Debolezza
  • Tremori
  • Collasso
  • Inappetenza
  • Letargia
  • Depressione
  • Vomito
  • Difficoltà respiratorie
  • Polidipsia
  • Diarrea
  • Perdita di peso
  • Convulsioni
  • Addome gonfio

cane non vuole mangiare

Sono tutti sintomi associabili a diverse patologie di Fido e purtroppo spesso appaiono in maniera intermittente.

Perciò non appena notiamo qualcosa di insolito dobbiamo consultare immediatamente il veterinario.

Diagnosi

Dobbiamo fornire al veterinario l’anamnesi completa di Fido con tutto ciò che riguarda precedenti malattie, sintomi e variazioni nel comportamento.

esami del sangue del cane

Il medico procede poi con l’esame fisico completo, monitorando la frequenza cardiaca e palpando l’addome per verificare la presenza di masse o rigonfiamenti.

Nella routine di controllo sono previsti anche esami del sangue standard inclusi emocromo, profilo biochimico e analisi delle urine per verificare il funzionamento degli organi.

Il veterinario, inoltre, controlla e monitora la pressione sanguigna del cane per verificare la presenza o meno di ipertensione.

labrador dal veterinario

Con una frequenza cardiaca anomala procede, poi, con un elettrocardiogramma e radiografie ed ecografie dell’addome e del torace.

Per un quadro più dettagliato della situazione degli organi interni, il veterinario procede inoltre con la tomografia computerizzata o la risonanza magnetica.

L’ultimo tassello per confermare la diagnosi è la biopsia della ghiandola surrenale per effettuare le analisi di laboratorio.

Trattamento

L’unico modo per eliminare il feocromocitoma nel cane è l’intervento chirurgico, da effettuare solo dopo aver stabilizzato le condizioni di Fido.

cane malato

Vuol dire che nel caso di pressione alta o elevata frequenza cardiaca il veterinario deve somministrare prima di tutto una terapia farmacologica per riportare i valori a un livello accettabile.

Si tratta di un intervento di rimozione molto complicato perché la ghiandola surrenale si trova vicino a dei vasi sanguigni molto grandi.

Se durante l’operazione il veterinario verifica la presenza di altri tumori, può decidere di procedere alla rimozione totale dell’organo colpito.

cane a letto

Nel post-intervento il cane deve trascorrere un periodo di tempo in terapia intensiva per essere attentamente monitorato.

Non è raro che dopo l’operazione insorgano dei problemi come emorragie, pressione alta o troppo bassa, aritmia cardiaca, difficoltà respiratorie o infezioni.

Purtroppo molti cani non riescono a superare questo intervento, anche per via dell’età avanzata.

Per questo il veterinario può decidere se intervenire o meno in base alle condizioni di Fido e alle aspettative di recupero.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati