Prendersi cura di un Basset Artésien Normand: come farlo alla perfezione, tutti i consigli utili

da seguire per rendere la sua vita più tranquilla e rilassata? Scopriamo insieme qualcosa su di lui

Abbiamo appena adottato un cagnolone ma non sappiamo come gestirlo? Ora cercheremo di rispondere alla seguente domande: come prendersi cura di un Basset Artésien Normand? Quali sono i passi da seguire per rendere la sua vita insieme a noi rilassata e felice? Ecco qualche consiglio.

Basset Artésien Normand: cure e attenzioni da riservargli

basset nella neve

Esemplare di Basset Artésien Normand, fonte: Instagram, mollymybasset

Chi è il Basset Artésien Normand? Da dove proviene? Qual è la sua indole più profonda? Di cosa ha bisogno per essere felice, sereno e vivere una vita tranquilla e rilassata?

Una delle razze migliori per l’attività della caccia, il Basset Artésien Normand è originario della Francia. Non è un cane presente in natura di per sé, in quanto nato da incroci fra esemplari già esistenti che si sono poi fusi in un’unica tipologia di cane, quella appunto che conosciamo noi oggi e che ha ottenuto anche il riconoscimento ufficiale.

L’obiettivo dei suoi creatori, cioè di coloro che hanno provveduto agli incroci, era proprio quello di creare un animale a 4 zampe che fosse ottimo per la caccia in territori anche impervi.

Data la struttura fisica del Basset Artésien Normand, infatti, lui riesce ad infilarsi dove altri cani più massicci e possenti non arriverebbero.

Basso, tozzo ma tonico e resistente, ha coraggio da vendere e una tale determinazione che lo porta a distinguersi dagli altri e portare sempre a termine ogni scopo.

Infatti, la sua costituzione si rende efficace per la caccia delle piccole prede che si nascondono in posti dove la vegetazione è fitta, piena di cespugli, rovi e rami.

Il Basset Artésien Normand, infatti, nasce e cresce esclusivamente per questo tipo di attività. La caccia è la pratica a cui è sempre stato abituato fin da piccolo, quella che più lo diverte e che lo rende fiero e soddisfatto.

Dunque, come ci si prende cura di lui? Ecco da dove nasce la primaria ed essenziale necessità di questa razza: abituato a cacciare, il Basset Artésien Normand deve assolutamente muoversi!

Non può restare neanche un giorno senza uscire, divertirsi e correre, scorrazzare liberamente in grandi spazi aperti e avere la possibilità di sfogare le sue energie.

Infatti, si può affermare che sia un cane poco adatto alle persone anziane, in quanto necessita di uscire ALMENO una volta al giorno. Se possibile, poi, anche di più. Qualora decidessimo di adottare un esemplare di tale razza, dunque, sarebbe imprescindibile l’uscita quotidiana.

Altra esigenza fondamentale: l’alimentazione

cagnolone esplora il bosco

Esemplare di Basset Artésien Normand, fonte: Instagram, pinotpuppypaw

Il bisogno di movimento del Basset Artésien Normand è dovuto a diversi fattori. Oltre alla sua indole naturale di doversi muovere per mantenersi attivo e restare sempre operoso per gran parte della giornata, c’è anche un’esigenza propriamente fisica.

Questa razza, infatti, soffre molto facilmente di obesità. Il primo tassello che può portare a mantenere un ottimo stato di salute del Basset è provvedere alla sua alimentazione. Innanzitutto, è fondamentale concordare col veterinario le giuste dosi e porzioni da proporgli, al fine di mantenere sempre una linea costante.

L’obesità, ovviamente, non è dovuta soltanto all’alimentazione sbagliata o alla mancanza di movimento. Ci sono infatti anche altri motivi che vanno a delineare il suo sviluppo. O meglio: le cause che portano il cane alla pigrizia e alla necessità di mangiare di più possono essere le più svariate.

Cerchiamo di dare un elenco di tutti possibili motivi che comportano lo sviluppo dell’obesità:

  • alimentazione sbagliata
  • scarso movimento
  • stress
  • noia
  • solitudine
  • depressione
  • predisposizione genetica
  • sterilizzazione o castrazione
  • assunzione di particolari farmaci con eventuali effetti collaterali poco tollerati dell’esemplare in questione

Dal momento che il Basset Artésien Normand è particolarmente predisposto a cadere nel vortice dell’obesità, è importantissimo tenere sempre sotto controllo la sua alimentazione e il suo bisogno di movimento.

Anche perché, fra l’altro, questi due fattori sono determinanti per l’intero stato di salute di ogni cucciolo. Alimentazione e movimento si rendono fondamentali perché rendono il piccolo sereno, lo fanno sentire bene e pronto ad affrontare qualunque situazione. Tutto questo, ovviamente, non si riversa soltanto sul livello fisico, ma anche su quello psichico.

Se volessimo, allora, prenderci cura del Basset Artésien Normand al meglio delle nostre possibilità dovremmo assolutamente tenere conto questi due elementi di cui abbiamo abbondantemente parlato.

Come si gestisce il suo carattere?

cucciolone a lago

Esemplare di Basset Artésien Normand, fonte: Instagram, fresa_ten_carat_diamond

Vediamo ora qual è il temperamento tipico di un esemplare di questa razza. Ad esempio: come si pone con l’uomo? È propenso a fare amicizia facilmente? È adatto come cane d’appartamento?

Il carattere del Basset Artésien Normand lo rende un cane molto coraggioso, temerario, testardo e determinato nel portare a termine qualunque compito.

Ecco perché, infatti, è ottimo come compagno delle battute di caccia: lui si butta all’avventura senza paura né timore, con la consapevolezza che deve assolutamente portarsi a casa un bel bottino.

Oltre a questo, però, è un cagnolone perfetto anche per la compagnia. La famiglia è la sua migliore alleata. Giocherellone, tenero, affettuoso e simpatico non si fa alcun tipo di problema ad adattarsi all’ambiente domestico, a patto che esso gli offra ogni tipo di confort a lui necessario.

È buono e buffo, sa relazionarsi bene con adulti e bambini; anche con gli anziani può avere un bellissimo rapporto dato il suo temperamento dolce, ma non è propriamente il cane più adatto a loro. Come mai?

Il Basset Artésien Normand è un cane davvero iperattivo: non può stare fermo per troppo tempo durante le sue giornate, poiché questo comprometterebbe sia il suo stato di salute fisica che psichica.

Le persone di una certa età, non potendo star dietro a lui come meriterebbe, non sono i padroncini più adatti per questa tipologia di cane. Un rapporto occasionale può essere la soluzione migliore per instaurare una bellissima amicizia con ogni membro della famiglia.

È comunque un cane paziente e che sa riconoscere le situazioni in cui si trova. Intelligente e perspicace, capisce perfettamente quando è il momento di rilassarsi, quando quello di muoversi o quello di giocare e divertirsi.

Sa davvero farsi voler bene, a patto però che venga rispettato dai suoi amici umani. Noi, da parte nostra, non dobbiamo far altro che dargli tutto quello che è necessario per il suo sostentamento e per la sua felicità.

Dunque, alimentazione corretta, giusta dose di movimento e passeggiate al parco in nostra compagnia, momenti di condivisione in famiglia, relax e coccole, ogni confort possibile: ecco tutto quello che serve per rendere perfetta la sua vita insieme a noi.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati