Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

Piange, si lamenta e non vuole dormire nella sua cuccia. La prima notte del cucciolo di cane può essere problematica, vediamo cosa occorre per superarla indenni

cagnolino marrone

La prima notte del cucciolo di cane è una tappa che tutti i padroncini devono attraversare. Non è sempre facile ma con qualche semplice accorgimento possiamo rendere questo momento felice e indolore per il nostro nuovo coinquilino. Quando arriva un quattrozampe in casa la felicità è indescrivibile. Ci prepariamo a essere genitori, amici, fratelli, sorelle e innamorati di un piccolo pelosetto che crescerà insieme a noi. Un rapporto unico e speciale destinato a durare per sempre!

Ma adottare un cucciolo – non dimentichiamolo mai – è una bella responsabilità, perciò dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per rendere la sua vita felice e soprattutto sana. Cosa occorre prima del suo arrivo? Come dobbiamo sistemare la casa? Quali problemi possiamo incontrare durante la prima notte del cucciolo di cane insieme a noi? Ecco qualche consiglio utile per i neo-padroncini.

Cosa comprare per l’arrivo di un cucciolo di cane

Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

Per la prima notte del nostro nuovo cucciolo di cane dobbiamo essere pronti e avere in casa tutto ciò che gli occorre. L’ideale è creare uno spazio tutto suo, un angolo tranquillo in cui riporre le sue cose e che sia per lui facilmente raggiungibile. Non dimentichiamo che al suo arrivo il cucciolo si ritrova in un luogo nuovo, una casa che non conosce e che non ha mai visto prima. Perciò è importantissimo che l’ambiente lo metta completamente a proprio agio.

La prima cosa da comprare è una cuccia adatta a lui, che sia delle dimensioni giuste ma soprattutto morbida e calda. Tutti i cani hanno bisogno di un giaciglio sicuro e comodo, perciò per il cucciolo questo accessorio non può proprio mancare. Poi naturalmente dobbiamo preparare le ciotole per la pappa e per l’acqua, anche queste delle giuste dimensioni e che siano facilmente raggiungibili quando ha sete o vuole sgranocchiare un po’ di crocchette. All’inizio non è insolito che il piccolo Fido si senta spaesato e che non utilizzi subito le sue cose, perciò non preoccupatevi e armatevi di pazienza. Nel tempo acquisterà fiducia, capirà che quelle cose sono sue e le userà senza problemi.

Un altro acquisto utile per un cucciolo di cane sono i giocattoli. Naturalmente compriamo quelli adatti alla sua età, specialmente i giocattoli in gomma che può mordicchiare senza farsi male.

Cosa fare con un cucciolo di cane di due mesi

Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

L’arrivo di un cucciolo di cane in casa è una vera rivoluzione e dobbiamo fare in modo che la prima notte e i primi giorni cominci ad imparare le regole di base. Un consiglio utile è iniziare sin da subito a chiamarlo con il suo nome. In questo modo il piccolo associa a quel suono sensazioni piacevoli, impara che è il modo con cui il padroncino lo richiama. Cosa che poi ci consentirà anche di insegnargli i comandi di base per cani e a rafforzare il rapporto bipede-quadrupede.

La reazione del cucciolo di cane al suo arrivo in casa non è sempre la stessa. Ci sono cani che si adattano in fretta, altri che al contrario hanno bisogno di più tempo. Dobbiamo tener conto anche del suo background, ovvero della sua provenienza e delle esperienze che ha vissuto fino a quel momento. Un cane non dovrebbe lasciare la mamma prima dei due mesi, tanto per cominciare. Ciò potrebbe traumatizzarlo e influenzare negativamente la sua capacità di socializzazione nelle settimane a venire. In ogni caso se vediamo che il cucciolo è spaesato, spaventato e che non riesce ad ambientarsi cerchiamo di essere amorevoli con lui. Rispettiamo i suoi spazi, diamogli la possibilità di esplorare la sua nuova casa senza costringerlo o forzarlo. E facciamogli capire sin da subito che di noi si può fidare, che siamo il capobranco a cui potrà fare riferimento ogni volta che si sente triste o ha bisogno di qualcosa.

Non esageriamo (sia noi che gli altri membri della famiglia) con le attenzioni, le coccole e il gioco. È vero che il piccolo Fido deve sentirsi accolto in casa, che deve sentire il calore della sua famiglia e tutto l’amore possibile. Ma d’altro canto è ancora piccino e non deve stancarsi troppo o sentirsi sempre sotto pressione. Facciamo tutto questo ma gradualmente.

Quanto dorme un cucciolo di 2 mesi

Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

Al suo arrivo in casa è probabile che il cucciolo di cane durante la prima notte non chiuda occhio (e che non lo faccia chiudere neanche a noi). Non è una situazione inusuale perciò non preoccupatevi se si comporta in questo modo. I cani hanno bisogno della loro routine, di attività precise da svolgere in determinati momenti della giornata a orari altrettanto precisi. Un cucciolo ancora non ha una routine, dobbiamo stabilirla noi durante i primi giorni in casa per dargli quel ritmo che gli consentirà anche di stabilizzare il suo ciclo sonno-veglia.

Mediamente i cuccioli di cane dormono molto di più rispetto ai cani adulti, per cui non preoccupatevi se vi sembra che il piccolo dorma continuamente. Succede proprio come ai neonati, anche i cuccioli devono dormire tanto e in genere trascorrono circa 20 ore al giorno dormendo. Naturalmente non sono ore consecutive, ma schiacciano un pisolino dopo la pappa, il gioco e in qualsiasi momento della giornata.

I cani adulti dormono di meno (circa 10 ore al giorno) ma ci sono tante variabili che entrano in gioco in questo calcolo. Ad esempio i cani di taglia piccola dormono meno rispetto a quelli di taglia grande. E ancora i cani che svolgono molta attività fisica durante il giorno dormono di più rispetto ai quattrozampe che passano tutto il tempo sul divano o nella cuccia a oziare.

Dove far dormire un cucciolo di 2 mesi

Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

Il cucciolo di cane ha bisogno di tante attenzioni specifiche, molte di più rispetto ai cani adulti e soprattutto per la prima notte in casa dobbiamo farci trovare pronti. Come abbiamo visto è importante scegliere una cuccia adatta al piccolo, che si morbida e accogliente e in cui possa dormire sonnellini tranquilli e al sicuro. Ma c’è anche un altro dettaglio di cui dobbiamo tenere conto: la posizione della cuccia.

Molti padroncini fanno un errore di base piuttosto comune (e ingenuo), ovvero per far sentire il cucciolo al sicuro decidono di farlo dormire con loro nel lettone. Questo comportamento è sbagliato perché se Fido da cucciolo si abitua a dormire con noi, poi da adulto sarà difficile addestrare un cane ad accettare una cuccia. Perciò insegniamogli sin da subito a usarla, facciamogli capire che quello è l’unico posto in cui deve dormire durante la notte. La cuccia dovrebbe stare in un angolo tranquillo della casa, in un posto da cui il cucciolo possa raggiungere facilmente le ciotole se ne ha bisogno. Se piange e non vuole starci probabilmente è perché si sente solo non vedendoci. L’unica cosa che possiamo fare è tenere la cuccia del cucciolo di cane per la prima notte (e per qualche giorno) nella nostra camera da letto. In questo modo Fido vedendo il padroncino si sentirà più sicuro e tranquillo.

Alcuni padroncini adottano anche la tattica della doppia cuccia. In parole povere anziché comprarne una sola, ne comprano due e ne lasciano una ai piedi del letto e un’altra nella zona living. Così il piccolo Fido ha il suo giaciglio per la notte e quello per i sonnellini giornalieri e pomeridiani.

Cosa fare se il cucciolo piange di notte

Prima notte del cucciolo di cane, come affrontarla

Se c’è una certezza sulla prima notte del cucciolo di cane è che al 99% la passeremo ad ascoltare i suoi pianti e i suoi lamenti. Il pianto per un cucciolo è abbastanza normale, naturalmente se escludiamo eventuali problemi di salute o disturbi. Per quello dobbiamo chiedere il parere del veterinario, come sempre.

Fondamentalmente il cucciolo piange durante la notte perché ha paura, si ritrova catapultato in un ambiente che non conosce e soprattutto si vede come abbandonato dal padroncino. Succede quando lo lasciamo nella sua cuccia in salotto, ad esempio, mentre noi ci chiudiamo nella nostra camera da letto. Ecco perché è fondamentale scegliere una posizione adeguata per la cuccia, dobbiamo cercare di renderla confortevole e di abituarlo a dormire solo ed esclusivamente lì. Un piccolo trucchetto è mettervi una coperta o un indumento che non utilizziamo più con il nostro odore. Questo fa sentire il cane al sicuro e sicuramente confortato.

Il cucciolo di cane potrebbe piangere durante la notte perché ha fame e vuole la pappa. Come abbiamo anticipato, all’inizio il cagnolino non ha ancora una routine precisa e dobbiamo stabilirla a poco a poco scegliendo anche gli orari migliori per i pasti. Facciamo sempre attenzione a non dargli pasti troppo abbondanti, specialmente prima di andare a dormire, altrimenti rischia di avere problemi e non digerire bene il cibo.

Infine un modo facile per rendere il momento della nanna meno problematico è far giocare il cucciolo di sera. Naturalmente senza esagerare, soprattutto durante i primi giorni, ma in generale è un ottimo modo per stancarlo e fargli venire sonno. I cuccioli di cane sono come i bambini, per dormire serenamente hanno bisogno di avere il pancino pieno e di stancarsi giocando e divertendosi con mamma e papà. Che per il cucciolo di cane siamo proprio noi!