Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Salute del cane sulla neve: cosa sapere per proteggere Fido dal freddo e dai pericoli dell'inverno per divertirci in tutta sicurezza

cane che corre sulla neve

Non c’è divertimento più grande di giocare in un candido paesaggio ma curare la salute del cane sulla neve è importante e vanno prese delle precauzioni.

Alcune razze di cani sono state selezionate proprio per vivere e svolgere le più disparate attività a bassissime temperature.

Parliamo dei cani da slitta, ad esempio, come l’Alaskan Husky o il Siberian Husky che hanno un mantello che li protegge dal freddo più rigido.

Ma non tutti i cani sono fatti per gironzolare sulla neve come la gran parte dei cani di piccola taglia.

Far attenzione alla salute del cane sulla neve è importante anche per i cani a pelo corto, per quelli più esposti al rischio di malattie respiratorie ma anche per i cani anziani che soffrono di patologie che colpiscono le ossa.

Insomma, i motivi sono molteplici e se non vogliamo che il cane si faccia male mentre gioca sulla neve dobbiamo capire come preservare la sua salute.

Salute del cane sulla neve: evitiamo cadute e scivoloni

La prima cosa a cui dobbiamo pensare quando si parla di salute del cane sulla neve è davvero molto semplice: Fido potrebbe cadere e scivolare!

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Non è molto diverso da ciò che potrebbe succedere a noi, del resto. Basta mettere male un piede e subito ci ritroviamo con le gambe all’aria.

Anche per il cane è lo stesso specialmente considerando che quando gioca sulla neve si diverte un mondo tra mille corse sfrenate.

La neve è uno di quegli elementi della natura che stimola la sua curiosità come poche altre cose al mondo.

La piacevole sensazione di morbidezza che lascia a ogni passo, la sua freschezza e il colore bianco splendente.

Di certo non possiamo impedire a Fido di lanciarsi in questa avventura invernale ma, allora, dobbiamo stare molto attenti a scegliere la location giusta.

Neve chiama ghiaccio e se il cane inizia a correre su una lastra scivolosa o a saltare può facilmente cadere e farsi male, anche quando cerca di frenarsi ma non ci riesce.

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

E poi non dimentichiamo che i paesaggi innevati, specialmente quelli di montagna, possono nascondere tante altre insidie.

Se il cane scivola sul ghiaccio potrebbe finire in un burrone e cadere nel vuoto così come camminando e correndo sulla neve potrebbe cadere in un fosso ben nascosto dalla coltre bianca.

Tutti i cani possono subire danni da questi movimenti sbagliati o dalle cadute ma ricordiamo che alcune razze sono maggiormente predisposte ai traumi muscolari e ossei.

Parliamo soprattutto dei cani di taglia grande o gigante come Mastino, Alano, Rottweiler oppure di cani più piccoli come Bassotto, Bulldog Francese, Pechinese che hanno una conformazione della colonna vertebrale che li espone al rischio di ernie.

Naturalmente se il cane inizia a zoppicare, non poggia bene le zampe per terra e si lamenta vuol dire che qualcosa non va e allora è il momento di correre dal veterinario!

Accessori e indumenti per proteggere il cane dal freddo

Gli abiti e gli accessori per cani non sono sempre puramente decorativi e per curare la salute del cane sulla neve possono tornare molto utili.

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Ci sono razze di cani che soffrono particolarmente il freddo al punto che è consigliato fargli indossare maglioncini e cappotti anche in casa.

Basti pensare a come tremano un Chihuahua, un Pinscher o un Barboncino quando iniziano a sentire freddo: non riescono proprio a sopportare l’inverno!

E a quel punto è necessario che indossino degli indumenti di lana o realizzati in tessuti impermeabili che evitano che il mantello si inzuppi di acqua.

Sono consigliati sia quando portiamo il cane a passeggiare sotto la pioggia sia quando, appunto, è inverno e andiamo a giocare sulla neve.

Oltre a proteggere il mantello, però, dobbiamo stare attenti alla salute delle zampe del nostro Fido.

Camminando sulla neve è naturale che possano subire dei danni quindi dobbiamo proteggerle in ogni modo possibile.

Ormai si trovano in commercio delle deliziose scarpette studiate appositamente per i cani, disponibili in varie misure a seconda della taglia di Fido.

Ma soprattutto non dimentichiamo mai al rientro a casa di asciugare per bene le zampe con un asciugamani pulito per togliere completamente l’umidità, controllando che non vi siano corpi estranei che possano causare ferite e lesioni.

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Spesso i cani non sono molto contenti di indossare scarpette e calzini, diciamo pure che non è sicuramente qualcosa nelle loro corde.

Non possiamo costringerli piuttosto dovremmo abituarli sin da cuccioli, specialmente se viviamo in una zona che ogni inverno si riempie di neve.

Quando il cane fa i capricci o è più semplicemente un cane di taglia grande c’è un trucchetto che ci consente di aggirare il problema.

Possiamo acquistare una crema per cani a base di vaselina o di una qualsiasi altra sostanza grassa da applicare tra i cuscinetti e le dita del cane prima di uscire sulla neve.

Essendo molto grasse, queste creme creano come uno scudo invisibile che protegge le zampe dal freddo, dalle irritazioni e dai danni che può causare il ghiaccio.

Per non parlare, poi, del terribile sale antigelo che attacca i cuscinetti del cane provocando irritazioni, tagli e lesioni anche profonde.

Salute del cane sulla neve: e se la mangia?

Alzi la mano chi, almeno una volta da bambino, non ha mangiato la neve durante una gita in montagna.

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Immaginate cosa potrebbe combinare Fido che con il muso va curiosando praticamente su ogni cosa che gli capiti a tiro!

In tema di salute del cane sulla neve anche questo gesto, apparentemente innocuo, può celare dei pericoli.

Il cane che mangia la neve (e state certi che lo farà) se esagera può avere problemi al tratto digestivo.

La neve è freddissima e può provocare congestione e irritazione sia allo stomaco che all’intestino. E a quel punto Fido inizia a vomitare o ad avere la diarrea.

Spesso, se non è proprio pulita, può anche causare delle brutte infezioni intestinali con forti crampi addominali e difficoltà di movimento. Stiamo sempre all’erta!

Finché si tratta di vomito e diarrea possiamo stare tranquilli e basta che il cane resti a digiuno per almeno 24 ore per tornare alla normalità.

Se però i sintomi persistono e anche a distanza di due o tre giorni si aggravano, dobbiamo correre immediatamente dal veterinario per capire cosa non va.

Se Fido non guarisce da solo avrà bisogno di un trattamento mirato per evitare che si disidrati a causa dell’eccessiva perdita di liquidi.

Quindi il veterinario gli farà delle flebo ricostituenti e prescriverà anche dei farmaci gastro protettori per ristabilire l’equilibrio dello stomaco.

Conclusioni

Nessuno vi chiederà mai di rinunciare a trascorrere una spassosa giornata sulla neve con il vostro amico a quattro zampe.

Salute del cane sulla neve: precauzioni da prendere e buone pratiche

Ma è giusto tenere a mente che la salute del cane, anche sulla neve, deve essere sempre la priorità.

Qui vi abbiamo dato qualche consiglio utile per affrontare il freddo e far sì che il cane non subisca danni e possa divertirsi in tutta tranquillità.

Non vi resta che attendere le nevicate invernali e organizzare delle belle gite fuori porta con Fido e tutta la famiglia.

E per qualsiasi dubbio o perplessità non esitate a chiamare il vostro veterinario di fiducia che vi saprà dare tutte le informazioni di cui avete bisogno.