Urolitiasi nel cane: che cos’è? Si può curare?

Hanno diagnosticato in Fido l'urolitiasi nel cane. Cosa fare? Vediamo di ottenere qualche informazione in più per poterla prevenire e curare.

Un problema che colpisce un gran numero di cani ogni anno. Il trattamento non è invasivo. Scopriamo di più sull’urolitiasi nel cane.

Solitamente è una patologia che si sviluppa con una cattiva alimentazione. Il consiglio principale è quello di formulare una dieta equilibrata con l’aiuto del veterinario. Soltanto nei casi disperati è previsto l’intervento chirurgico.

Cosa è

Gli uroliti, comunemente chiamati “calcoli“, sono dei sedimenti che si formano a livello dell’apparato urinario.
L’apparato urinario ha la funzione di depurare l’organismo da sostante di scarto prodotte sotto forma di liquidi.

Questo apparato è formato da: reni, ureteri, che portano il liquido di scarto dai reni alla vescica, la vescica appunto e l’uretra, l’ultimo tratto che porta poi il liquido (l’urina) all’esterno.

Si definisce come urolitiasi nel cane quindi, la formazione di un sedimento, costituito da uno o più cristalloidi scarsamente solubili, nel tratto urinario.

urolitiasi nel cane

Il sedimento microscopico viene indicato col nome di cristalli, mentre quelli di maggiori dimensioni sono detti uroliti.
L’urolitiasi è un problema comune nel cane.

L’urolitiasi è responsabile del 18% circa delle visite veterinarie nei cani colpiti da disturbi delle basse vie urinarie.

Gli uroliti si possono formare in qualsiasi punto del tratto urinario, anche se nella specie canina per la maggior parte si riscontrano nella vescica.

Cause

La causa esatta dell’urolitiasi non è attualmente nota.

cane fa la pipì In alcuni animali, tuttavia, l’incapacità di elaborare proteine ​​o aminoacidi ha portato allo sviluppo di calcoli.

Sintomi

Vi sono dei sintomi caratteristici dell’ urolitiasi nel cane. I sintomi tipici possono includere:

cucciolo di cane

  • aumento della frequenza della minzione (pollachiuria);
  • difficoltà o minzione dolorosa (disuria);
  • flusso anormale di urina (uremia post-renale).

Diagnosi

Per determinare la posizione esatta, la forma e la dimensione dei calcoli, si ricorre alla radiografia. La radiografia sembra essere l’unico mezzo in grado di fornire una panoramica chiara della situazione.

bulldog sul tavolo operatorio del veterinario

Un test delle urine può anche rilevare la presenza di calcoli e di ulteriori infezioni presenti nel tratto urinario.

Trattamento

Il veterinario, considererà come prima opzione una dieta equilibrata mirata, a seconda della condizione fisica di Fido.

Alla dieta, integrerà dei farmaci per ridurre la dimensione dei calcoli.

 

 medicina

I risultati dovrebbero vedersi già dall’inizio del trattamento.

Se le condizioni fisiche di Fido dovessero aggravarsi e i calcoli persistere o aumentare di dimensioni, l’intervento chirurgico sarà necessario.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati