American Hairless Terrier, salute e benessere: cosa sapere per farlo stare bene

cane con l'espressione felice

Per prenderci cura di un American Hairless Terrier e mantenerlo in buona salute dobbiamo tener conto di alcuni accorgimenti specifici.

Innanzi tutto essendo un cane “nudo”, quindi senza pelo, ha una pelle particolarmente delicata ed esposta ai raggi solari.

Va protetta e pulita per bene, non fatevi ingannare dal fatto che sia un cane privo di pelo, la toelettatura ha comunque un ruolo importante per il suo benessere!

Inoltre si tratta di un cane piccolo ma molto energico che può vivere in casa ma ha bisogno di fare tanto movimento e interagire con il padrone.

Ecco allora ciò che dobbiamo sapere sulla salute dell’American Hairless Terrier, il cane nudo americano.

Aspettative di vita della razza

Quando decidiamo di adottare un cane di razza dobbiamo conoscerne a fondo le caratteristiche, incluse le malattie comuni.

American Hairless Terrier, salute e benessere: cosa sapere per farlo stare bene

Ciò vale anche per l’American Hairless Terrier, una razza che gode in genere di buona salute e molto resistente fisicamente, tuttavia soggetta ad alcuni problemi tipici.

L’American Hairless Terrier ha una buona aspettativa di vita e se ben curato può tranquillamente raggiungere i 14 – 15 anni di età.

Come tutte le razze canine, però, non è esente da alcune malattie che possono pregiudicarne lo stato di salute in modo più o meno grave.

American Hairless Terrier: salute e malattie comuni

Prima di tutto è un cane che soffre spesso di displasia dell’anca e di lussazione della patella, entrambe patologie che colpiscono le articolazioni e le ossa.

Significa, dunque, che per prendercene cura al meglio dobbiamo evitare che faccia sforzi eccessivi per prevenire l’insorgere di questi due disturbi.

In particolar modo è necessario prestare attenzione ai cuccioli che, in fase di crescita, hanno un apparato scheletrico ancora debole e molto fragile.

Sono entrambe patologie curabili ma che se non affrontate tempestivamente possono richiedere l’intervento chirurgico come unica soluzione.

Tra le altre malattie tipiche dell’American Hairless Terrier e indicate dal club ufficiale di razza troviamo l’epilessia.

In sostanza il cane soffre delle cosiddette crisi epilettiche che si presentano con convulsioni e movimenti involontari dei muscoli del corpo provocati da un’anomalia cerebrale.

Per diagnosticare l’epilessia canina è necessario l’intervento del veterinario, soprattutto per identificarne le esatte cause e procedere con la terapia appropriata.

American Hairless Terrier, salute e benessere: cosa sapere per farlo stare bene

Un altro problema di salute tipico dell’American Hairless Terrier è legato alla sua pelle molto delicata ed esposta alla diretta luce del sole.

Non a caso si raccomanda di utilizzare una protezione solare quando lo portiamo a passeggio o al parco, è il modo migliore per evitare scottature e che la pelle si secchi.

Questa pelle tanto delicata rispetto a quella degli altri cani può essere terreno fertile anche per allergie e dermatiti.

Arrossamenti localizzati, prurito e irritazioni sono tutti campanelli d’allarme che ci devono far scattare di corsa dal veterinario per procedere con la giusta terapia.

Il club di razza ha individuato anche altri problemi di salute che hanno fatto capolino in alcuni esemplari di American Hairless Terrier, meno frequenti ma comunque possibili.

Tra questi basti citare diabete, palatoschisi, anemia, sordità, morbo di Von Willebrand, soffio cardiaco e problemi della tiroide.

Toelettatura del cane “nudo”

Il fatto che l’American Hairless Terrier sia un cane senza pelo non ci deve indurre in errore: anche i cani “nudi” hanno bisogno della toelettatura.

American Hairless Terrier, salute e benessere: cosa sapere per farlo stare bene

Di certo non si tratta della toelettatura nel senso stretto del termine perché non possiede un mantello da pettinare e spazzolare regolarmente.

Anche se, talvolta, alcuni esemplari di questa razza nascono con un sottilissimo strato di peluria che si mantiene nel tempo e non scompare mai del tutto.

Quando parliamo di salute dell’American Hairless Terrier, perciò, non dobbiamo mai dimenticarci della cura della sua pelle.

Una pelle, come abbiamo visto, delicata ed esposta alla luce diretta del sole, particolarmente soggetta a scottature, irritazioni e perfino dermatiti e allergie.

Si raccomanda sempre di utilizzare una crema con fattore di protezione quando dobbiamo fare la passeggiata o stare fuori dalle mura domestiche.

Inoltre dobbiamo tenere la pelle sempre pulita e libera da scorie e detriti, controllare che non vi siano lesioni o ferite infette e fare molta attenzione ai morsi d’insetto, soprattutto a quelli delle api ai quali questo cane è allergico.

Come rendere felice un American Hairless Terrier

Appurato quali siano le malattie comuni della razza e come dobbiamo prenderci cura della sua delicata pelle, non ci resta che scoprire di cosa ha bisogno l’American Hairless Terrier per essere un cane felice.

American Hairless Terrier, salute e benessere: cosa sapere per farlo stare bene

Oltre alla salute fisica dobbiamo tener conto di quella mentale, e sappiamo bene quanto le due spesso siano strettamente correlate.

L’American Hairless Terrier è un cane che si adatta bene alla vita in casa ma a condizione che abbia le giuste valvole di sfogo.

Un cane tanto energico e vitale non può restare inattivo a lungo e deve potersi esprimere in tutto il suo splendore.

Si tratta di una questione non di poco conto che dobbiamo tenere in considerazione se decidiamo di adottare un esemplare di questa razza.

L’American Hairless Terrier per mantenersi in salute deve fare molto movimento e in modo costante, con passeggiate e corse al parco da programmare quotidianamente.

Un esemplare del genere costretto entro le mura di casa senza giochi o attività che lo stimolino rischia di assumere comportamenti aggressivi e autodistruttivi, compromettendo non solo il suo stato di salute ma anche la serenità familiare.