Basset Bleu de Gascogne, malattie: le più comuni, i sintomi e come prevenirle

Qual è lo stato di salute del Basset Bleu de Gascogne e quali sono le malattie più comuni per questa razza? Scopriamo insieme da cosa può essere colpito questo simpatico esemplare.

Quali sono le malattie tipiche del Basset Bleu de Gascogne? Qual è il suo stato di salute generale? Di cosa dobbiamo preoccuparci quando pensiamo a lui e al suo sguardo simpatico? Ecco qualche dettaglio a riguardo che ci aiuterà a conoscere meglio la razza.

Basset Bleu de Gascogne: stato di salute

cucciolone si rilassa

Esemplare di Basset Bleu de Gascogne, fonte: Instagram, br.wildi

Cosa sappiamo del Basset Bleu de Gascogne? Di cosa dobbiamo preoccuparci quando scegliamo di prendere un esemplare del genere fra noi e ci dobbiamo prendere cura del suo benessere? Da dove viene il Basset Bleu de Gascogne? È colpito da particolari malattie tipiche della razza?

Il Basset Bleu de Gascogne nasce e cresce, da sempre, come cane da caccia. Questo significa che le sue priorità nella vita sono principalmente il movimento e l’alimentazione corretta. Per provvedere al meglio a concedergli una vita adagiata e serena, è fondamentale capire quali sono i punti di forza e di debolezza dell’esemplare.

Partiamo dalle sue origini: da dove viene il Basset Bleu de Gascogne? Gli appassionati hanno sempre supposto alcune teorie, le quali lo vedono derivare o dal Basset Artésien Normand o dal Grand Bleu de Gascogne. Queste due razze nominate, infatti, sono più antiche e alquanto simili nell’aspetto e nel carattere al Basset Bleu de Gascogne.

Si può confermare, dunque, che siano ipotesi abbastanza plausibili, anche se non si è ancora arrivati ad una conclusione definita riguardo i suoi “genitori”. Quello che è certo, però, è che il Basset Bleu de Gascogne sia stato creato appositamente perché c’era la necessità di avere un ulteriore cane perfetto per la caccia.

La struttura fisica delle razze nominate, infatti, è analoga proprio perché tutti questi esemplari sono ideali per la caccia, soprattutto per quella di piccole prede, che si infilano nella vegetazione più impervia.

Il Basset Bleu de Gascogne, insomma, ha sempre svolto il ruolo di accompagnatore nelle battute di caccia. Educato e addestrato per questo tipo di pratica, ha sviluppato delle necessità a livello di stile di vita e di benessere generale.

Infatti, sappiamo bene, come già accennato, che quello di cui non può fare assolutamente a meno è il movimento. Per il Basset Bleu de Gascogne muoversi quotidianamente si rende davvero imprescindibile.

I suoi muscoli devono sempre rimanere molto tonici e il suo corpo deve per forza sfogare tutte le energie accumulate per mantenersi in forma e avere sempre un peso equilibrato che rispetta lo standard (fra i 16 e i 20 kg circa).

Cosa c’entra tutto questo con le possibili malattie del Basset Bleu de Gascogne? Al di là del fatto che molte patologie, purtroppo, possono svilupparsi a prescindere da come vengono affrontate le giornate, c’è una cosa importantissima da sottolineare.

Lo stile di vita influisce tantissimo sul benessere fisico e psichico dei nostri amici a 4 zampe (come su di noi), in realtà lo fa molto più di quanto possiamo immaginare.

Ecco perché è vitale che il Basset Bleu de Gascogne abbia sempre un’alimentazione corretta e la possibilità di uscire più volte al giorno per allenarsi e correre liberamente dando libero sfogo alle sue energie.

Alla luce di quello di cui abbiamo parlato, dunque, quali sono le malattie tipiche del Basset Bleu de Gascogne? Perché era così importante sottolineare il suo stile di vita?

Questa razza molte volte può essere colpita da problemi a livello articolare, come da un’altra patologia molto comune, ovvero l’obesità. Vediamo nello specifico questi due fattori.

Problemi articolari

cagnolone a spasso

Esemplare di Basset Bleu de Gascogne, fonte: Instagram, arthiebleu

Il Basset Bleu de Gascogne, come abbiamo già anticipato, è spesso colpito da problemi articolari. Cosa significa tutto ciò? Come possiamo accorgerci se il nostro cane soffre di questi disagi?

Il primo punto che dobbiamo toccare a riguardo è il seguente: dobbiamo essere consapevoli che i cani solitamente sono molto bravi a nascondere il dolore. Dunque, può essere difficile capire se c’è effettivamente qualcosa da risolvere oppure no.

Un primo consiglio utile è sicuramente questo: studiare e osservare il comportamento quotidiano di ogni cagnolone è fondamentale per capire più facilmente quando qualcosa non va.

I dolori articolari sono spesso dovuti al possibile sviluppo dell’artrosi. Essa consiste in un procedimento degenerativo causato da un’infiammazione dell’articolazione stessa, la quale provoca disagi e dolore.

Il deterioramento sempre maggiore di ogni singola componente delle articolazioni, a partire dalla cartilagine, farà sì che il dolore sia sempre più forte, mano a mano che si va avanti col tempo.

La “malattia” dei problemi articolari colpisce molto spesso il nostro amico Basset Bleu de Gascogne poiché, come già abbondantemente detto, lui ha grande necessità di mantenere sempre tonici e allenati i suoi muscoli.

Quali possono essere, però, le cause di questo processo? Sicuramente la predisposizione genetica, ma anche eventuali traumi o questioni scatenanti, nonché situazioni si sovrappeso e addirittura obesità.

È un problema che non si può risolvere al 100%, ma si può tenere bada. Esistono dei metodi, infatti, che permettono di di lenire un minimo il dolore. Prima ci si accorge della sua presenza, più sarà facile migliorare lo stato di salute e lo stile di vita del nostro amico.

Anche perché, fra l’altro, i problemi articolari a lungo andare provocano, oltre al fastidio sempre più insopportabile, persino delle grandi difficoltà di movimento. Sicuramente tutto questo si può verificare nelle diverse fasce di età, in base allo stato di salute specifico dell’esemplare che si ha di fronte.

Ad esempio, nel cane cucciolo i problemi articolari potrebbero essere dovuti a malattie congenite presenti fin dalla nascita. Altrimenti, si potrebbe sviluppare in età più avanzata e peggiorare col passare degli anni.

I sintomi che si possono riconoscere sono:

  • poca voglia di giocare
  • tendenza a sedersi molto spesso perché affaticati
  • cambi di comportamento: nervosismo, agitazione, timidezza, “paura” nell’essere toccato
  • incapacità di fare movimento veloci e scattanti
  • mordicchiare o leccare continuo di una particolare parte del corpo, dove il cane sente fastidio o dolore
  • paura di fare movimenti “bruschi”, come saltare su e giù da letto/divano o simili
  • lamenti
  • apatia generale

Tutto questo, ovviamente, si declina in base all’età dell’esemplare. In ogni caso, quelli descritti sono sintomi abbastanza comuni. Qualora ci accorgessimo di qualcosa di simile, non temporeggiamo: contattiamo subito il veterinario e cerchiamo di alleviare il più possibile il dolore.

Obesità

cagnolone si rilassa

Esemplare di Basset Bleu de Gascogne, fonte: Instagram, br.wildi

Un altro problema molto comune che riguarda il Basset Bleu de Gascogne è quello legato all’obesità. Come abbiamo già sottolineato, questo cane ha molto bisogno di movimento poiché il suo fisico è sempre stato abituato a mantenersi attivo.

Lui non può assolutamente stare neanche un solo giorno senza fare attività fisica, altrimenti questo gli si riverserebbe contro. Dato che è sempre stato abituato a vivere per la caccia e dunque a mantenersi sempre iperattivo, il suo corpo si è adeguato a questa prospettiva.

I muscoli devono rimanere sempre tonici e forti, al fine di sostenere i grandi sforzi fatti dal cucciolone. In aggiunta a questo, dunque, si deve capire che il Basset Bleu de Gascogne ha tanto bisogno di mangiare abbastanza e in modo sano ed equilibrato.

In caso contrario, non avrebbe la possibilità di poter essere sostenuto dalle energie necessarie. È tutto un circolo vizioso: se mangia abbastanza e non si muove, ingrassa; se mangia poco, non ha forza a sufficienza per muoversi; non muovendosi, il suo fisico ne risente.

La soluzione? Fare in modo che la sua dieta sia controllata, piena di cibi giusti e ottimi per il suo sostentamento giornaliero. Dosi sorvegliate, alimenti scelti e sempre freschi, mai cibi fuori pasto o “schifezze” varie.

L’obesità è una malattia in cui si può cadere molto facilmente. Le conseguenza a cui può portare, come artrite precoce, problemi articolari, diabete, difficoltà di movimenti, problemi respiratori e cardiaci, non sono di certo uno scherzo. Fare tutto il possibile per evitarla è un’ottima prospettiva.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati