Basset Fauve de Bretagne e anziani: è un cane adatto a loro oppure no?

Che tipo di rapporto si può instaurare fra un Basset Fauve de Bretagne e le persone anziane? Qual è l'atteggiamento di questo simpatico cagnolino? Conosciamolo un po' meglio.

Qual è l’atteggiamento che assume un Basset Fauve de Bretagne con gli anziani? Come si pone questo simpatico esemplare nei confronti delle persone avanti con l’età? Vediamo qualche informazione utile che ci aiuta a conoscere meglio il cagnolino.

Basset Fauve de Bretagne: rapporto con anziani

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Billy (@billybassetfauve)

 Il Basset Fauve de Bretagne nasce e cresce come cane da caccia. È un piccolo segugio, originario della Francia, che è stato ufficialmente riconosciuto dalla FCI nel 1987 e attribuito al Gruppo 6, Segugi e cani per pista di sangue. Appartiene alla Sezione 1A, Cani da seguita.

Inizialmente, il suo impiego era quello di essere utilizzato solo come cane da caccia, soprattutto per la piccola selvaggina, specialmente quella di lepri e conigli. Attività, fra l’altro, nella quale si distinse in maniera eccellente, vincendo anche qualche premio.

Questo preambolo è fondamentale per capire l’indole più profonda di questo simpatico esemplare. Il Basset Fauve de Bretagne, infatti, è sempre stato abituato ad allenarsi per diventare il miglior cacciatore possibile: dunque, è sempre stato necessario, per lui, muoversi e fare moltissima attività fisica.

Ci troviamo ora a cercare di rispondere alla domanda di oggi: come si comporta il Basset Fauve de Bretagne con gli anziani? È adatto a loro oppure non è minimamente consigliato per questo tipo di realtà?

C’è da fare qualche appunto. Il Basset Fauve de Bretagne, dopo essere stato per anni e anni un cane esclusivamente dedito alla caccia, nel corso della sua storia è anche stato promosso a perfetto cane da compagnia.

Avendo sempre avuto un rapporto ottimo con il suo amico umano, grazie alla collaborazione lavorativa che entrambi dovevano necessariamente mettere in atto, il Basset Fauve de Bretagne ha un carattere temprato e abituato alle relazioni.

È stato proprio questo, dunque, che ha spinto l’uomo a considerare il Basset Fauve de Bretagne come un ipotetico cagnolino ottimo anche per la famiglia. Intuizione sicuramente più che giusta!

Quello che però dobbiamo sottolineare ora è un altro aspetto di certo determinante: il Basset Fauve de Bretagne è ideale per i bambini, con i quali instaura un’amicizia divertente, profonda e duratura.

Con gli adulti si pone allo stesso modo: è contento e felice di trascorrere del tempo con loro, sia in casa, sia furori casa. Invece, qual è il rapporto del Basset Fauve de Bretagne con gli anziani? La situazione in questo senso è un po’ più complicata, ma non impossibile da gestire.

Il Basset Fauve de Bretagne è un cagnolino dinamico, che ha tanto bisogno costante e quotidiano di muoversi. Ecco l’unica pecca che potrebbe impedire al Basset Fauve de Bretagne di diventare un ottimo compagno anche per le persone anziane.

Esse, molto spesso impossibilitate a muoversi con la libertà dovuta, potrebbero riscontrare problemi nel far fronte a tutte le esigenze del cagnolino. Dunque, il problema della questione non è tanto il carattere del Basset Fauve de Bretagne, che potrebbe risultare scomodo, scostante, aggressivo…tutt’altro!

Lui è perfettamente in grado di porsi in modo dolce e affettuoso davvero con tutti quelli che si meritano la sua fiducia. Il problema si rifà al tipo di necessità che il suo corpo richiede.

Le passeggiate giornaliere, fra l’altro, non possono assolutamente limitarsi ai soli bisogni. Il Basset Fauve de Bretagne, in realtà, sente proprio la forte esigenza di camminare, sfogarsi, correre e scorrazzare liberamente per parecchio tempo.

Ecco l’unico motivo per cui, molto spesso, non viene indicato come potenziale migliore amico degli anziani. Il suo bisogno di esercizio è più forte di qualunque altra cosa.

Cura e attenzioni: cosa serve

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Billy (@billybassetfauve)

Abbiamo sottolineato più volte quanto il Basset Fauve de Bretagne sia propenso al movimento. Dopo aver fatto un breve accenno riguardo la sua storia, possiamo ben concludere alcune cose.

Il Basset Fauve de Bretagne è un ottimo elemento, un gran lavoratore e un perfetto inquilino della casa. Tuttavia, com’è normale che sia, ha le sue pretese.

Noi, da buoni padroncini quali siamo, dovremmo assicurarci che lui abbia sempre tutto quello che gli serve. Il Basset Fauve de Bretagne, infatti, anche se ama starsene in tranquillità e trascorrere del tempo con la famiglia in casa, è un animale molto dinamico.

Quello che conta di più per la sua vita è divertirsi e gironzolare. Questo, però, deve essere fatto quotidianamente e per parecchio tempo al giorno. Soltanto così, dunque, il nostro piccolo Basset Fauve de Bretagne avrà la possibilità non solo di mantenere i suoi muscoli allenati, ma anche di far rimanere il suo peso-forma in equilibrio costante.

Infatti, dato che il cane è sempre stato predisposto per la caccia, anche il suo fisico si è adeguato a questa necessità. Il suo organismo, se non riuscisse ad avere tutto il movimento che serve, ne risentirebbe in modo negativo. Muscoli flaccidi, fisico non tonico, aumento di peso: ecco i rischi in cui si potrebbe incorrere.

Fra l’altro, il nostro Basset Fauve de Bretagne non sarebbe contento, anzi si sentirebbe mancare una grande parte del suo divertimento (e non solo) giornaliero. Per questo, è anche importantissima una sana e adeguata alimentazione. Esse deve provvedere a dare al nostro piccolo amico tutte le sostanze nutritive adatte per sostenere eventuali giornate di lavoro e passeggiate impegnative.

L’alimentazione del Basset Fauve de Bretagne deve essere sana ed equilibrata, atta a fare in modo che la sua vita sia perfetta e non sfoci in qualche intoppo. È tutto un circolo vizioso: se non mangia adeguatamente, non ha le forze; se non ha le forze, non riesce a muoversi come dovrebbe; qualora non si muovesse, il suo fisico non sarebbe all’altezza delle sue potenzialità.

Visto che le esigenze di questo cane sono quelle elencante, è bene considerare tutte le ipotesi prima di scegliere con chi farlo convivere in casa.

Allevamenti e prezzo

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bowie (@rainbow_warrior_bowie)

Il Basset Fauve de Bretagne è un cagnolino abbastanza famoso e anche molto richiesto. Il fatto che nel corso della sua storia sia passato a “cane da compagnia”, non significa che non si provveda a utilizzarlo anche per la caccia.

Ormai, entrambe sono le “utilità” per questo simpatico esemplare. Comunque, se volessimo accogliere un cagnolino del genere dovremmo aspettarci un prezzo che si aggira intorno agli 800-1000€.

Ci sono in Italia alcune regioni che hanno delle strutture ufficialmente riconosciute dall’ENCI come allevamenti della razza. Queste sono:

  • Emilia-Romagna: Modena
  • Piemonte: Novara
  • Sicilia: Enna
  • Trentino-Alto Adige: Trento

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati