Basset Fauve de Bretagne, accessori utili: cosa serve davvero a questo cane?

Esistono degli accessori particolarmente utili per un Basset Fauve de Bretagne? Cosa sappiamo sui suoi bisogni e necessità? Ecco qualche informazione a riguardo.

cucciolo pelo duro

Cosa c’è da sapere quando si parla di Basset Fauve de Bretagne e accessori utili per il suo mantenimento? Quali sono gli oggetti che si rivelano fondamentali per il nostro simpatico amico a 4 zampe? Ecco qualche informazione utile per scoprire quali sono le maggiori necessità della razza.

Basset Fauve de Bretagne: quali accessori sono più utili

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bea and Margot (@bea_and_margot)

 Quali sono le informazioni più importanti che dobbiamo tener presente quando parliamo di Basset Fauve de Bretagne? Ci sono degli accessori particolarmente utili che possiamo utilizzare per la sua cura?

Prima di tutto cerchiamo di capire chi è il Basset Fauve de Bretagne e quali sono le esigenze maggiormente richieste. Sicuramente ci sono alcuni fattori che contribuiscono allo stile di vita di ogni cagnolino. Essi possono essere, ad esempio, l’indole, il carattere e il temperamento.

Ovviamente, influisce anche l'”utilizzo” che si vuole fare del cane (compagnia, caccia, lavoro etc). Tutte queste cose ci aiutano a comprende quali siano le specifiche esigenze.

Il Basset Fauve de Bretagne nasce e cresce da sempre come cane ottimo per la caccia, soprattutto per quella alle piccole prede, come conigli o lepri.

Sappiamo, infatti, che in Francia, suo luogo d’orogine, ha addirittura vinto svariati premi proprio per la caccia a questi animali così rapidi e agili, difficili da acchiappare.

Il suo carattere dolce e affettuoso, però, nel corso del tempo, ha rivelato un esemplare perfetto anche per la compagnia. Nonostante testardaggine e caparbietà, che comunque sono doti utilissime durante le ore di lavoro, il Basset Fauve de Bretagne sa anche essere tenerissimo.

La sua struttura fisica, piccola, tonica e resistente gli permette di sostenere molte ore di lavoro, una dietro l’altra, senza stancarsi o tirarsi mai indietro.

D’altra parte, la conformazione piccolina e minuta lo rende anche adatto a vivere in un appartamento, purché gli vengano concesse le giuste ore di passeggio quotidiane.

Ecco allora che se parliamo di strumenti o accessori utili al Basset Fauve de Bretagne, dobbiamo tenere presente prima di ogni altra cosa l’educazione che scegliamo di dargli.

Sicuramente, un buon addestramento è sempre quello che ci vuole per gestire un cane come il Basset Fauve de Bretagne, in quanto abituato all’iperattività e al movimento perenne e costante. Inoltre, per vivere all’interno di una casa c’è bisogno assoluto di insegnargli a seguire qualche piccola regola.

Ecco dei consigli utili che ci suggeriscono quali passi seguire per creare un ambiente quanto più confortevole possibile e fare in modo che il nostro Basset Fauve de Bretagne si senta amato e rispettato.

Vita da cacciatore: guinzaglio e “vestiti”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bowie (@rainbow_warrior_bowie)

 Se vogliamo che il nostro Basset Fauve de Bretagne diventi il perfetto cacciatore quale è, dobbiamo innanzitutto tener presente qualche informazione. Quali sono gli accessori utili per la caccia? Di cosa dobbiamo preoccuparci per rispondere a ogni sua esigenza?

La questione “guinzaglio sì o guinzaglio no” dipende molto da come scegliamo di educare il nostro cucciolo. Sicuramente, abituarlo al collare non può fare altro che venire incontro anche alle nostre di esigenze.

Durante le battute di caccia, infatti, l’accessorio del guinzaglio si può rivelare molto importante per varie ragioni e non soltanto per tenere vicino a noi il nostro amico ed evitare che incorra in pericoli. Anche perché, altrimenti, se non lo lasciassimo un po’ libero, verrebbe meno l’idea stessa della caccia.

Esistono, dunque, determinati guinzagli fatti apposta per i cani da caccia che servono a ritrovare il nostro amico nel bel mezzo del bosco più facilmente e gli permettono anche di scorrazzare liberamente.

Ci sono, ad esempio, i collari con colori fosforescenti, quelli catarifrangenti o semplicemente luminosi. La tipologia è varia: esistono a fasce, rigidi, flessibili, leggeri o più pesanti. Dipende tutto dall’esemplare, da quanto è stato educato, dall’agilità di cui ha bisogno.

Sicuramente, comunque, tutti quelli nominati possono rendersi molto utili per la caccia in mezzo alla vegetazione fitta, piena di rovi e senza via di scampo.

Inoltre, ci sono anche particolari tipi di pettorine fatte apposta per i cani da caccia, che fungono da vere e proprie imbracature. Questo per fare in modo che il cane sia maggiormente protetto e che possa cacciare in completa sicurezza.

Ovviamente, quello che serve più di tutto è abituare al guinzaglio il nostro Basset Fauve de Bretagne fin dai primi momenti del suo addestramento. Soltanto così, l’allenamento sarà ottimale e il piccolo capirà gradualmente e passo dopo passo quello che è necessario fare.

Essendo un cane anche molto testardo e determinato, infatti, spesso tende a voler fare di testa sua. Ecco, allora, perché la socializzazione con l’altro si rende necessaria già dalla tenerissima età. Gestire e cercare di temprare il suo carattere fin da subito è davvero determinante per poi relazionarsi al meglio con il cane adulto.

Oltre a questo, fra gli accessori utili per un Basset Fauve de Bretagne e per farlo diventare un perfetto cacciatore, possiamo anche considerare vari “vestiti” appositi. Nei negozi di animali possiamo facilmente reperire questi indumenti, che sono una sorta di “cappottini” termici o mantelline.

Essi sono utili perché mantengono al caldo il corpo del cagnolino e non lo fanno infreddolire eccessivamente. Inoltre, riescono a farlo bagnare (e sporcare!) il meno possibile.

Vita d’appartamento: cosa serve

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @albinowskakorycka

 Come abbiamo già sottolineato, il Basset Fauve de Bretagne è anche un cane assolutamente propenso alla vita d’appartamento. Oltre ad essere molto caparbio e testardo, è anche molto dolce e affettuoso con coloro che reputa suoi amici.

Insomma, il Basset Fauve de Bretagne non deve per forza essere un cane da caccia: può benissimo vivere anche in casa. Ciò che però è fondamentale da capire è questo: anche se dovessimo tenerlo in casa, dobbiamo tener presente l’idea che si deve portare a spasso ALMENO due volte al giorno.

Il bisogno di movimento, allora, è determinante e indispensabile per un cagnolino come questo. Per quanto riguarda gli accessori di cui ha bisogno per vivere in casa, non c’è molto da dire in particolare.

Quelli principali, cioè che non devono mai mancare quando si decide di accogliere un cane sono i seguenti:

  • ciotole, una per acqua e una per cibo
  • cuccette: magari un paio, da mettere in stanze diverse, posizionate in luoghi dove anche noi trascorriamo la maggior parte del tempo. Questo aiuterà il cucciolo a sentirsi amato e mai messo da parte. Sarà ben contento, anche nei suoi momenti di relax, di passare un po’ di tempo nella stessa nostra stanza
  • guinzagli vari: utili per portarlo fuori a fare delle passeggiate ed evitare che si metta a correre liberamente alla scoperta del mondo. Questo non significa che, almeno nei posti appositi, non si possa lasciare libero di scorrazzare. Però, dobbiamo tener presente che, prima di concedergli tale libertà, dobbiamo accertarci di averlo educato a dovere
  • giochini vari: tutto il necessario per stimolare e divertire mente e corpo del nostro piccolo amico.