Basset Fauve de Bretagne e bambini: è possibile che vadano d’accordo o no?

Cosa sappiamo del rapporto fra un Basset Fauve de Bretagne e i bambini? Qual è il suo atteggiamento nei confronti dei più piccini? Scopriamo insieme qualche informazione.

cucciolo pelo duro

Quali sono le informazioni da sapere assolutamente prima di decidere se adottare o meno un cane? Di certo, conoscere un minimo del suo carattere è fondamentale. Ad esempio, cosa bisogna scoprire del rapporto fra un Basset Fauve de Bretagne e i bambini? Possono andare d’accordo? Vediamo qualche dettaglio a riguardo.

Basset Fauve de Bretagne: rapporto con l’uomo di tutte le età

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Beau, CC v/d Viersenhoeve (@beau_bfdb)

 Di cosa dobbiamo preoccuparci quando decidiamo di accogliere in casa un esemplare di Basset Fauve de Bretagne? Quali sono le sue esigenze primarie? E soprattutto: come si pone nei confronti dell’uomo? E verso i più piccoli della famiglia? È un cane adatto all’appartamento e al dialogo, oppure no?

Intanto, cerchiamo di capire in breve chi è il Basset Fauve de Bretagne. Questo piccolo cagnolino dal pelo duro e dallo sguardo simpatico è un cucciolo che nasce e cresce quasi esclusivamente per la caccia.

Fin dall’inizio della sua storia, infatti, è sempre stato educato e utilizzato specialmente per questa particolare attività, nella quale eccelle. Quello di cui si occupa nello specifico è la caccia alle piccole prede, in particolare conigli e lepri.

La struttura fisica piccola, tozza e tonica del Basset Fauve de Bretagne, infatti, gli permette di infilarsi in qualunque angolo più remoto della folta vegetazione e acchiappare anche le prede più difficili da rincorrere.

Il suo temperamento divertente e iperattivo, però, nel corso del tempo, si è rivelato anche ottimo per instaurare un rapporto col Basset Fauve de Bretagne che non fosse soltanto “di lavoro”.

È vero che la caccia, l’impegno, il lavoro sono tutti elementi che si sposano col Basset Fauve de Bretagne, data la sua indole da perfetto esemplare a cui affidare qualunque tipo di compito; è altrettanto vero, però, che lui si rende molto disponibile al dialogo con l’uomo.

Dal momento che, infatti, per anni e anni è stato scelto come compagno di battute di caccia, è inevitabile pensare che un buon rapporto con l’uomo potesse essere essenziale e imprescindibile.

Ecco, allora, che arriviamo al punto del giorno: come si comporta un Basset Fauve de Bretagne nei confronti della famiglia? Come si pone verso i più piccoli, quei bambini esuberanti e spesso iperattivi quanto lui?

Possiamo ben affermare che il Basset Fauve de Bretagne sia davvero un eccellente cane d’appartamento, adatto davvero a tutta la famiglia, se non con qualche eccezione di cui parleremo più avanti.

La cosa più importante, come spesso accade, è questa: ciò che conta di più in assoluto è andare incontro a tutte le sue specifiche esigenze. Vediamo qualche dettaglio in più sul suo carattere e sul rapporto del Basset Fauve de Bretagne con i bambini, per poi analizzare di cosa ha più bisogno questo simpatico cagnolino.

Basset Fauve de Bretagne e bambini: un’amicizia indissolubile

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rikke (@rikke.bassetfauve)

 Come abbiamo già accennato, il rapporto che il Basset Fauve de Bretagne instaura con i bambini può diventare davvero molto bello e intenso. Questo cagnolino, infatti, in base alle caratteristiche tipiche della razza, è un esemplare tranquillo, dal carattere docile, affabile e disponibile nei confronti davvero di tutti.

Ama la famiglia e adora trascorrere tante ore della sua giornata in dolce compagnia. Che questo significhi starsene sdraiato sul divano a prendersi le coccole, oppure correre e divertirsi di qua e di là, non ha importanza. Quello che conta, per il nostro amico Basset Fauve de Bretagne, è proprio l’idea di avere qualcuno con cui condividere una bella quotidianità.

È vero che è un cagnolino anche molto indipendente, che sa badare a sé stesso e che si rende sempre pronto alla possibilità di affrontare ogni tipo di situazione. D’altra parte, però, è altrettanto reale che sia molto felice di avere qualcuno con cui passare il suo tempo e che lo aiuti nella gestione della vita.

Dato che è iperattivo, energico e pieno di vita, il Basset Fauve de Bretagne trova nei bambini degli ottimi alleati con cui sfogare tutto quel vigore che accumula nel corso delle giornate.

L’atteggiamento che assume nei confronti dei più piccoli, insomma, è affettuoso e gioioso. Loro, infatti, con la semplicità che li contraddistingue, la meraviglia ma anche l’energia che riescono a trasmettere, sono i migliori amici che un Basset Fauve de Bretagne possa desiderare.

Lui li considererà fin da subito non soltanto dei “coinquilini” o dei componenti della sua nuova famiglia umana, ma li vedrà anche come dei possibili “protetti”. È abbastanza intelligente da capire che vanno trattati con calma e delicatezza, ma che necessitano anche di sicurezza e protezione.

Il nostro piccolo Basset Fauve de Bretagne, allora, sarà il loro protettore, un’ottima “guardia” che provvederà a salvaguardare al meglio delle sue possibilità il benessere dei piccini.

Tutto quello che abbiamo detto finora, comunque, si può applicare anche al rapporto con il resto della famiglia. Adulti, bambini, anziani: il Basset Fauve de Bretagne è sempre molto dolce con tutti! L’unica clausola che impone istintivamente è la seguente: chiede rispetto!

È ovvio che quando si rende conto di essere amato e rispettato, capirà che può fidarsi della famiglia al 100% e che, quindi, anch’essa, a sua volte, merita tutto l’amore e la fedeltà possibili.

Necessità e rapporto con anziani

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Daniel Taranger (@sako_hunt)

Come abbiamo detto, dunque, questa personalità tranquilla e simpatica tipica, rende il Basset Fauve de Bretagne un esemplare davvero ideale per la vita d’appartamento.

Tuttavia, c’è un punto fondamentale da considerare assolutamente. Il Basset Fauve de Bretagne, essendo nato e cresciuto da sempre come animale da caccia, ha mantenuto il bisogno di muoversi costantemente, anche quando si cominciò a “utilizzare” solo cane da compagnia.

Cosa significa questo? Che tutto ciò di cui abbiamo parlato fino a questo momento deve essere messo in discussione? Assolutamente no! Confermiamo che il Basset Fauve de Bretagne è un cane che sa adattarsi perfettamente all’ambiente “casa” e che sa relazionarsi in modo ottimale con tutti.

Ci sono soltanto due “eccezioni” da dover considerare, che sono causa e conseguenza l’una dell’altra:

  1. occorrenza impellente di muoversi quotidianamente
  2. difficoltà delle persone anziane di provvedere a tale necessità

Dunque, il Basset Fauve de Bretagne deve sempre mantenersi attivo e tonico, anche se non fosse “utilizzato” come cane da caccia. Questo è fondamentale, poiché lui deve sempre tenere un peso-forma nella norma e avere la possibilità di sfogare tutte le energie che accumula ogni giorno, più volte al giorno. Ciò permette al suo benessere generale di essere sempre in equilibrio e alla sua salute di risultare ottima e ferrea.

Ecco perché spesso le persone anziane non sono considerate proprio i padroncini ideali per lui. Tuttavia, questo, è ovvio, non dipende assolutamente dal suo carattere, in quanto lui non si pone mai in modo aggressivo o combattivo con nessuno (a meno che non sia in serio pericolo). Tutto consegue dal suo bisogno indispensabile di movimento!

Se le persone avanti con l’età non riuscissero a far fronte a questa esigenza almeno un paio di volte al giorno, le soluzioni potrebbe essere due:

  1. scegliere una razza che necessita di meno movimento
  2. avere sempre a disposizione qualcuno che porti fuori il cagnolino quotidianamente