Come addestrare un Airedale Terrier, tutti i metodi

Per capire come addestrare un Airedale Terrier al meglio ovviamente dobbiamo conoscere a fondo caratteristiche e temperamento di questo grande e bellissimo cane. Si tratta del più grande tra tutti i cani di questo tipo e non a caso è soprannominato il “Re dei Terrier”. L’Airedale Terrier è una razza canina proveniente dallo Yorkshire, un’antica contea inglese, e sin dalle sue origini è stata selezionata per cacciare lontre e ratti. Gli allevatori hanno incrociato L’Old English Black and Tan Terrier e il Welsh Terrier, insieme ad altre razze canine come il Bull Terrier e altre razze canine di questo tipo. Il risultato è un cane grande, perfetto per il lavoro (anche la guardia) e davvero unico nel suo genere.

Addestrare un Airedale Terrier sin da cucciolo

cane con il pelo lungo sul muso

L’Airedale Terrier è un cane molto intelligente e dal carattere forte, caratteristica che spesso lo porta ad essere un po’ testardo. Per addestrare un cane di questo tipo occorre un pizzico di preparazione in più, bisogna conoscere le tecniche giuste e soprattutto iniziare le sessioni di addestramento sin da quando il cane è cucciolo. Non dimentichiamo che l’Airedale Terrier matura lentamente e mantiene un temperamento fanciullesco anche da adulto. Il primo passo per addestrare un Airedale Terrier è riuscire a imporsi come capobranco. Il cane ha bisogno di identificare il padroncino come vero leader, deve vederlo come il suo punto di riferimento. È l’unico modo per farsi rispettare (e ascoltare) da questo grande e bellissimo Terrier.

Un’altro tassello importante nell’educazione dell’Airedale Terrier è la socializzazione del cucciolo, che sin dalla tenera età tende a essere un pochino ostile nei confronti degli altri cani. Perciò è importante (dopo aver fatto le vaccinazioni al cane) portarlo al parco e in tutti gli altri luoghi perfetti per la socializzazione, per incontrare e fare amicizia con i propri simili e abituarsi alla presenza degli estranei. In ogni caso è importante non usare mai metodi troppo duri con l’Airedale Terrier, piuttosto le tecniche di rinforzo positivo che aiutano il cane ad apprendere i comandi di base e tutti gli altri insegnamenti in modo costruttivo e divertente.

Airedale Terrier in appartamento

airedale terrier in giardino

Per addestrare un Airedale Terrier e capire come porsi nel modo giusto nei suoi confronti, teniamo in considerazione anche un’altra sua peculiarità. Si tratta di un cagnolone molto energico e che ha bisogno di muoversi e mantenersi attivo durante la giornata. Non c’è dubbio che l’Airedale Terrier sia un cane capace di adattarsi qualsiasi tipo di ambiente, tuttavia non è esattamente l’ideale per la vita in appartamento. Meglio assicurargli uno spazio esterno, come un giardino o un cortile, in cui possa muoversi liberamente e dare sfogo alle proprie energie.

Come tutti i Terrier questo cane adora giocare al riporto, è un abile nuotatore e in più mantiene sempre il suo istinto da cacciatore. O meglio, da provetto scavatore che adora addentrarsi nel terreno e nelle tane per scovare piccoli animali. Addestrare un Airedale Terrier è importante perché queste sue peculiarità vanno tenute sotto controllo, soprattutto in rapporto ai membri della famiglia.

Addestrare un Airedale Terrier per la difesa

cane sulla spiaggia

L’Airedale Terrier per molto tempo è stato addestrato per tantissimi tipi di lavoro. Addirittura durante la Prima Guerra Mondiale i soldati lo usavano per trasportare cibo e munizioni e perfino come cane da guardia e da difesa. E questo è il bello dell’Airedale Terrier che da un lato è un cane da compagnia adorabile, gentile e affettuosissimo soprattutto con i bambini, ma dall’altra è anche molto protettivo. Addestrare un cane come l’Airedale Terrier è necessario proprio per tenere a bada questo lato del suo carattere, che altrimenti potrebbe prendere il sopravvento.

L’Airedale Terrier può essere addestrato come cane da guardia, anche perché è un cane molto coraggioso che non si tira indietro di fronte a nessun pericolo. Farebbe di tutto pur di tenere al sicuro il padroncino e tutta la sua famiglia. L’Airedale Terrier ha un’altra peculiarità che lo rende davvero unico nel suo genere: non abbaia quasi mai!

Addestrare un Airedale Terrier per la caccia

Possiamo addestrare un cane come l’Airedale Terrier anche per la caccia. Come anticipato questa razza canina è nata proprio per soddisfare l’esigenza degli abitanti dello Yorkshire di proteggere fattorie e campi da lontre e ratti. Quindi oltre a socializzarlo per benino, addestrarlo ai comandi di base o come cane da guardia possiamo anche impiegarlo per la caccia alle piccole prede. Per farlo ovviamente occorre un addestramento mirato, da affidare a mani esperte che ne sappiano di caccia (e di cani). Un primo punto importante per addestrare l’Airedale Terrier come cane da caccia è insegnargli a non inseguire tutto ciò che gli passa sotto il muso. Istintivamente è portato a farlo, perciò dobbiamo controllare questo suo comportamento e insegnargli a partire all’inseguimento della preda solo ed esclusivamente al nostro comando.

Addestrare un Airedale Terrier con il rinforzo positivo

cane in spiaggia

Come addestrare un Airedale Terrier? Naturalmente con il rinforzo positivo, una tecnica perfetta per tutti i nostri adorati quattro zampe, specialmente con un cane con questo bel caratterino. L’Airedale Terrier può risultare parecchio testardo, specialmente all’inizio, perciò dobbiamo cercare di rendere le sessioni di addestramento delle esperienze positive. Ma soprattutto dobbiamo differenziare esercizi e location, in modo che il cane non si annoi. L’Airedale Terrier non ama ripetere lo stesso esercizio troppe volte perciò con un addestramento monotono rischiamo di farlo completamente disinteressare.

Il rinforzo positivo è perfetto in tal senso perché mediante la ricompensa ed esercizi che stimolino la mente del cane, non c’è pericolo che si annoi. Questa tecnica funziona in modo molto semplice: dobbiamo dare al cane un comando chiaro e preciso, associarlo a un’azione (come “seduto” oppure “qui”) e infine ricompensare il cane quando compie l’esercizio nel modo giusto. Il rinforzo positivo richiede impegno da parte del cane ma anche del padroncino, che deve essere costante e non perdersi d’animo. Ma soprattutto non deve rimproverare il cane quando sbaglia a seguire un comando. Il rinforzo positivo prevede ricompense, non rimproveri. Se il cane sbaglia basta semplicemente ignorarlo e ripetere l’esercizio.

Se non vi sentite sicuri o in grado di addestrare il vostro cane al meglio, non preoccupatevi. Potete affidarvi a un educatore cinofilo esperto che saprà guidarvi in questo meraviglioso percorso con Fido.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati