I cani possono mangiare le pesche?

Tra i frutti di stagione c'è sicuramente la pesca. Se vi state chiedendo se i cani possono mangiare le pesche questo è il posto giusto

L’estate è ormai alle porte e tra i frutti di stagione la pesca è tra quelli che vorreste condividere con il vostro cane. Quando vi chiedete se i cani possono mangiare le pesche, state tranquilli perché la risposta è positiva. Importante è però seguire alcuni accorgimenti affinché il consumo di pesche sia sicuro e per evitare che provochi malessere al vostro peloso.

I benefici delle pesche per i cani

Tra i frutti che i cani possono consumare senza rischi possiamo includere anche le pesche. Succose e molto dolci piacciono tanto anche ai quattro zampe. Posseggono inoltre grandi proprietà benefiche in quanto contengono vitamina A, fibre e minerali come potassio, ferro, zinco e calcio che aiutano a migliorare la funzionalità intestinale e la digestione. Sono quindi frutti che contribuiscono a controllare il peso corporeo dell’animale, a prevenire infezioni e a rafforzare il suo sistema immunitario.

pesche appena raccolte

I cani possono mangiare tutte le tipologie di pesche quindi perché migliorano il tratto digerente e i movimenti intestinali. Le pesche inoltre non contengono grassi e sono un’ottima alternativa ai biscotti e snack specifici per cani che si trovano comunemente in commercio.

I cani possono mangiare le pesche con moderazione

Come sempre bisogna usare le dovute accortezze quando introduciamo un nuovo alimento nella dieta del nostro cane. Prima regola da seguire riguarda il modo in cui date da mangiare le pesche al vostro amico a quattro zampe. State attenti infatti a tagliarla a piccoli pezzi evitando di dare il frutto per intero e a somministrarla poco per volta.

Questo eviterà, prima di tutto, che il cane manifesti eventuali intolleranze di cui non eravate a conoscenza e poi che vada incontro a soffocamento. In questo modo inoltre farete in modo che non ingerisca il nocciolo, potenzialmente velenoso per il cane.

un cane affamato

Contiene infatti piccole quantità di una variante di cianuro chiamata amigdalina, che potrebbe seriamente mettere a rischio la sua salute se ingerito in grosse quantità. Inoltre per la sua superficie ruvida e seghettata, il nocciolo può essere abrasivo e irritante per l’intestino tenue dell’animale.

I cani possono mangiare le pesche ma con moderazione per l’elevato contenuto di zuccheri. Un abuso di questo frutto infatti potrebbe causare diarrea temporanea.

Consigli

Per evitare il verificarsi di casi di diarrea temporanea gli esperti consigliano anche di non dare da mangiare mai al proprio cane pesche sciroppate o conservate in scatola. Contengono infatti ddolcificanti che insieme ai conservanti non sono particolarmente adatti alle abitudini alimentari del cane. Ricordiamo inoltre che la frutta in scatola viene trattata con pesticidi e disserbanti altamente pericolosi per la sua salute del nostro animale.

Se il vostro cane vive in un giardino, dove sono piantati uno o più alberi di pesche, è consigliabile recintare la zona. Questo procedimento farà in modo che il cane non mangi troppe pesche e che soprattutto non rischi di ingoiarne i noccioli.

cane tra gli alberi

Ad ogni modo, nonostante i cani possono mangiare le pesche, qualora dovessero manifestare allergie o reazioni avverse rivolgetevi a un veterinario per conoscere la terapia corretta da seguire.

Articoli correlati