Pomerania, tutto su questa razza: carattere, pelo, curiosità, consigli e cure

Un adorabile e morbidissimo orsacchiotto, sempre allegro e pieno di vita: il Pomerania è uno Spitz in miniatura e vale la pena scoprirlo!

Una piccola, adorabile nuvoletta di pelo morbido dal carattere entusiasta, vivace e sempre allegro. Se dovessimo descrivere in breve il Pomerania, queste sicuramente sarebbero le sue principali caratteristiche, quelle che hanno fatto e continuano a far innamorare tantissimi bipedi.

Questo cagnolino è un concentrato di energia, ma i suoi pregi non finiscono qui. È un compagno fedele e molto attento alle esigenze del suo padroncino, con un naturale istinto protettivo che – a discapito delle apparenze – lo rende un cane adatto per la guardia.

Curioso, con tanta voglia di giocare e sempre alla ricerca di attenzioni, il Pomerania è un cane davvero speciale che merita di essere scoperto in ogni suo aspetto. C’è molto di più oltre a quelle sembianze da tenero orsacchiotto!

Indice

Un po’ di storia

cagnolino felice

Pomerania tecnicamente è il nome di un’antichissima regione che si trovava tra Polonia, Germania e Mar Baltico. Secondo le testimonianze storiche più attendibili questo nome deriva da po more, una parola slava che significa “sul mare” o “in riva al mare”. Oggi la regione corrisponde all’attuale Danzica, città portuale sulla costa baltica della Polonia.

La Pomerania era molto bella, una regione tempestata di laghi, fattorie, piccole città e foreste da favola. Tuttavia, una volta concluse la Prima e la Seconda guerra mondiale, fu divisa e pertanto la popolazione abbandonò in gran parte le proprie case e le proprie attività.

Ma tutto questo cosa ha a che vedere con il cane? Semplicemente prende il nome proprio da questa antica regione europea e, come essa, è altrettanto antico. Nello specifico il Pomerania o Volpino di Pomerania è uno Spitz Tedesco nano e gli Spitz, come sanno i più esperti, sono cani risalenti addirittura al 400 a.C.

Per cosa è stato allevato il Pomerania

cane da neve

Il Pomerania è a tutti gli effetti un piccolo Spitz Tedesco, ma in passato a quanto pare era un po’ più grande rispetto al tenero orsacchiotto che conosciamo oggi. La razza canina discende da una linea eccezionalmente antica di cani da lavoro artici, molti dei quali erano provenienti appunto da Polonia e Germania settentrionale.

Anche se sembra assurdo, dunque, il progenitori del Pomerania erano cani da lavoro grandi e robusti, simili ai lupi. E pertanto le persone li allevavano per i più disparati lavori: come cani da guardia, cani da slitta, cani per la protezione del bestiame. Naturalmente erano considerati anche un’ottima compagnia in casa per tutta la famiglia!

Da questi grandi cagnoloni, in tempi successivi, è derivato il classico Spitz Tedesco che ad oggi è uno dei cani più amati dalle persone. Un cane robusto e forte, ma non troppo grande, caratterizzato da quelle buffe orecchie tese e dal pelo lungo e morbidissimo che lo rendono semplicemente irresistibile. Il Pomerania è la variante più piccina di questi Spitz e, a dirla tutta, non è da subito che è stata riconosciuta come razza a sé.

Il cane preferito dalla Regina

cane bianco a pelo lungo

In Germania fino al secolo scorso gli allevatori continuavano a non voler riconoscere il Pomerania, addirittura si rifiutavano di usare questo nome. Ma il cagnolino piccolo e adorabile che conosciamo oggi, in realtà, fu sviluppato in Inghilterra nel 18esimo secolo ed è da lì che divenne famosissimo, grazie a un contributo “regale”.

Il Pomerania era un cane così unico e speciale che attirò le attenzioni dei membri della monarchia inglese, in particolare della Regina Carlotta, la moglie di Re Giorgio III. I cani della Regina erano delle vere star, un dono che la sovrana aveva ricevuto e dal quale non si volle mai più separare. Allora non esisteva la definizione di Pomerania e questi cani erano chiamati semplicemente “cani lupo”, poi fu proprio la Regina a chiamarli Pommeranian. E oggi il nome è rimasto!

Carattere e temperamento

cane felice

Il Pomerania ha esattamente il carattere tipico dello Spitz Tedesco: vivace, attento a tutto ciò che lo circonda e molto devoto al suo padroncino. È piccolo ma molto intelligente e riesce a imparare con facilità giochi ed esercizi…a patto che si diverta!

Non si tratta di un cane timido e non è neanche aggressivo, ma ha una naturale propensione per la guardia. Basta che un estraneo si avvicini alla casa che subito il Pomerania avvisa il padroncino della sua presenza. E proprio a proposito di questo, gli esemplari di Spitz Tedesco nano sono fedeli al proprio umano del cuore ma allo stesso tempo hanno un continuo bisogno di attenzioni.

I cani Pomerania sono incredibilmente affettuosi con la famiglia, si adattano facilmente a ogni tipo di contesto o situazione e possono vivere senza problemi in appartamento, villa, campagna e ovunque desideriamo portarlo. Sono cani gentili, affabili e non hanno bisogno di molto spazio anche per l’esercizio fisico. Tutto ciò che gli occorre è la presenza costante della famiglia a cui vogliono bene.

Uno dei pregi del Pomerania è il profondo legame che riesce a instaurare con i bambini. In fondo lui stesso lo è ed è per questo che la compagnia dei piccoli di casa è senza alcun dubbio quella che preferisce.

Socializzazione

cucciolo tutto bianco

Come tutti i cani, anche il Pomerania deve essere adeguatamente socializzato sin da cucciolo. Per cani di questa razza non è affatto un problema avere a che fare con gli sconosciuti, solo che il loro istinto da guardiani della casa li porta a mettersi un tantino sulla difensiva. Hanno bisogno di un pizzico di tempo per abituarsi alla presenza degli estranei e il padroncino gioca un ruolo importante in questo, perché è lui che deve rassicurarlo e fargli capire che non deve temere alcunché.

La grande vitalità del Pomerania si traduce spesso in “scontri” con altri cani. Fondamentalmente parliamo di un cane piccino ma che si crede un gigante e perciò reagisce come tale di fronte ad animali che non conosce. Il Pomerania non è aggressivo e non si lancia contro i suoi simili per morderli o attaccarli, piuttosto tende ad abbaiare sonoramente come per volerli scacciare. Anche per questo la socializzazione del cucciolo è di vitale importanza: dobbiamo far sì che il Pomerania impari a interagire in modo equilibrato con cani e persone.

Addestramento

cane nero

L’addestramento del Pomerania non è complicato perché si tratta di un cane molto intelligente e che adora imparare cose nuove. Quindi una buona notizia è che si adatta bene anche ai neofiti che non hanno mai avuto a che fare da vicino con un quattro zampe. Non serve una grande esperienza per addestrare uno di questi esemplari, basta servirsi delle tecniche giuste.

L’ideale, come sempre, è usare le tecniche di rinforzo positivo per l’addestramento del cane, quindi quelle basate sull’azione e la ricompensa. Il Pomerania non è un cane “succube” del padroncino e risponde bene agli stimoli soltanto se questi sono positivi per lui. Ricordiamo sempre che si tratta di un cane piccino, che non può fare grandi sforzi fisici. L’allenamento deve prevedere sessioni brevi e tenerlo sempre al sicuro da eventuali danni.

Vivere con un Pomerania

cane sul divano

La Regina Carlotta nel Settecento aveva capito benissimo quanto fosse bello vivere con un Pomerania, al punto che ne prese diversi esemplari portandoli con sé a corte. Ciò si deve non solo all’aspetto piacevole di questi cani, ma anche al loro modo di essere, al loro temperamento e alla capacità di adattarsi bene a ogni tipo di contesto.

Il Pomerania è un cane da compagnia perfetto, affabile e desideroso di stare insieme alla famiglia. Possiamo tenerlo in appartamento senza problemi, convive bene con grandi e piccini e quando occorre fa pure da guardiano della casa. Ma come sempre dobbiamo considerare il rovescio della medaglia.

C’è una cosa di cui dobbiamo assolutamente tener conto prima di adottare un Pomerania: soffre moltissimo la solitudine. I cani di questa razza non possono stare relegati a casa da soli per troppo tempo, perché hanno il bisogno fisico di avere la famiglia vicino. Stando in solitudine diventano insofferenti, si agitano e rischiano di soffrire di una vera e propria forma di ansia da separazione che non dovremmo sottovalutare. Per questo motivo non è adatto a persone che lavorano tutto il giorno e che non possono portarlo con sé.

Aspetto e caratteristiche

cani su una sedia di paglia

Il Pomerania è un cane piccolo, compatto e delicato, con un fascino tutto suo che lo rende davvero speciale. Come gli Spitz “classici”, ha un foltissimo pelo lungo e setoso e uno strato di sottopelo lanoso, che gli conferisce volume e morbidezza. Piccolo ma vaporoso, il Pomerania sembra una nuvoletta che fluttua quando si muove, con delle piccole zampine che somigliano a quelle dei gatti e che sono a dir poco adorabili!

Tutto questo pelo ha una ragion d’essere. Ricordate quando abbiamo detto che il Pomerania proviene dai cani nordici? Ebbene, lo strato di sottopelo è un lascito di questi antenati che gli consente di isolarsi dalle temperature troppo cale o troppo fredde.

Coda a pennacchio

cane con coda pelosissima

La coda è una delle caratteristiche peculiari del Pomerania, chiamata graziosamente “pennacchio” per via del suo aspetto che ricorda proprio i pennacchi sui cappelli. La coda di questo cane è interamente ricoperta di pelo lungo, duro e dritto che si apre lateralmente come se fosse un ventaglio. Altra caratteristica particolare è la posizione: la coda del Pomerania è sempre leggermente arricciata e non sta dritta, ma adagiata su un lato.

Occhi e orecchie

cane romantico

Il Pomerania ha una testolina adorabile, con il muso generalmente allungato proprio come tutti gli Spitz, che somigliano a dei piccoli lupetti. Capita, però, che abbia il muso più corto e in quel caso è molto facile confonderlo con i Chihuahua a pelo lungo. La testa è rotonda ma non grandissima e a “ingannare” è il pelo che la circonda, che la fa sembrare molto più grande di quanto non sia in realtà.

Una delle cose più adorabili del Pomerania sono le orecchie: piccole e dritte sulla testa, perfette per sopravvivere in habitat gelidi (altro lascito degli antenati da neve). Gli occhi sono generalmente scuri, non troppo grandi e dalla forma leggermente a mandorla.

Zampe da gatto

cane volpino di pomerania

Osservando attentamente le zampette di un Pomerania, vi renderete conto che sono davvero tanto ma tanto simili a quelle di un gatto. Sì, avete capito bene: questo cane ha delle zampine piccole e compatte, con i piedi arcuati e longilinei…proprio come i gatti! Questa caratteristica si deve alla necessità che avevano i suoi antenati di camminare e muoversi con agilità sulla neve. Delle zampe troppo tozze non glielo avrebbero permesso!

Pelo e toelettatura

cane controvento

Ogni cane deve essere toelettato regolarmente, indipendentemente dal tipo di pelo, dalla sua taglia e dalla sua forma. Su questo non ci sono dubbi, ma dobbiamo sempre munirci degli strumenti e delle conoscenze specifiche su una determinata razza canina se vogliamo prendercene cura al meglio. Il Pomerania all’apparenza sembra un cane molto impegnativo, ma non è esattamente così.

Di sicuro il lungo e folto pelo (e sottopelo) richiede qualche attenzione in più rispetto a un cane con il pelo corto o raso. Dobbiamo spazzolarlo almeno tre volte alla settimana se non vogliamo ritrovarci con una nuvoletta di nodi e grovigli! Ricordiamo di pulire sempre il pelo intorno all’area genitale e intorno agli occhi, dove è facile che resti bagnato o si accumuli sporco.

E se non siamo proprio esperti di toelettatura, meglio affidarci a un professionista. Di base, oltre alle cure casalinghe, dovremmo portare il Pomerania dal toelettatore almeno ogni quattro o sei settimane, in modo che faccia un servizio completo: bagnetto, spazzolatura e “manicure”.

Come fare il bagno al Pomerania

cagnolino bianco

Per fare il bagnetto al Pomerania non è necessario andare ogni volta dal toelettatore, ma se vogliamo farlo in casa dobbiamo assicurarci di seguire il giusto procedimento e di usare prodotti adeguati. I passaggi sono pochi e molto semplici:

  • Spazzolare e pettinare il cane;
  • Riempire la vasca (o la bacinella) con acqua tiepida che non superi i gomiti cane;
  • Insaponare bene con uno shampoo specifico per Pomerania, iniziando dalla coda fino alla testa (evitando occhi e orecchie);
  • Sciacquare bene con acqua pulita e tiepida;
  • Applicare un balsamo specifico sulla metà inferiore del corpo inclusi coda e zampe, risciacquando con cura.

Dopo il bagnetto dobbiamo asciugare per bene il cagnolino tamponandolo con un asciugamano pulito (senza strofinare), dopodiché usare un phon a getto d’aria non troppo caldo. Meglio ancora usare un essiccatore ad aria forzata, che non utilizza il calore e rende l’asciugatura molto più rapida.

Come togliere i nodi dal mantello

cane al guinzaglio

Il pelo, in particolare se è lungo, tende ad aggrovigliarsi anche perché il Pomerania è un cane che gioca e si diverte continuamente. Se non pettiniamo e spazzoliamo regolarmente il cane, rischiamo di combinare un completo disastro con nodi su nodi su nodi che poi non possono nemmeno essere sciolti. E rischiando, tra l’altro, che il cagnolino li tiri via facendosi molto male!

Spazzolando il cane almeno un giorno sì e un giorno no, non si dovrebbero formare grovigli difficili, ma se dovesse accadere basta munirsi di un cardatore (un particolare tipo di spazzola) per rimuoverli. Lo strumento è fatto apposta per questo problema ma ricordiamo di non essere troppo aggressivi con la spazzola. Il Pomerania ha la pelle delicata, molto più di quella di noi bipedi.

Alimentazione

cane che beve l'acqua

Il Pomerania deve seguire un’alimentazione adeguata alle sue dimensioni, metabolismo e caratteristiche. Fino ai 6 mesi ha bisogno di 3 o 4 pasti giornalieri, che poi via via dobbiamo ridurre fino ad arrivare a 1 o 2 pasti giornalieri. Non è un cane particolarmente vorace e in base alle sue esigenze specifiche possiamo anche dargli un unica razione di pappa al giorno. Naturalmente sempre in quantità adeguate!

Via libera agli spuntini, ma con parsimonia. Anche se non mangia tanto, il Pomerania potrebbe diventare sovrappeso con tutti i problemi di salute che ne conseguono. Pensate innanzitutto alle sue zampine piccole ed esili, che non potrebbero reggere un peso eccessivo. Senza dimenticare, poi, a malattie come il diabete e altri disturbi legati al metabolismo.

Cosa deve mangiare un Pomerania

cucciolo di pomerania

L’Association of American Feed Control Officials (AAFCO) suggerisce che il Pomerania debba seguire una dieta composta per il 18% di proteine (22% per i cuccioli). La maggior parte degli alimenti per cani confezionati contiene più proteine ​​di quanto raccomandato, ma esistono alcune eccezioni come ad esempio quelli ipoallergenici, che devono utilizzare carne esotica o proteine ​​vegetali (ma in quantità minori) per evitare di scatenare reazioni allergiche.

Per un Pomerania vanno benissimo uova, carne rossa, pollame e pesce, alimenti che gli forniscono tutti gli amminoacidi necessari per mantenersi in buona salute. Nella pappa confezionata spesso introducono grandi quantità di proteine vegetali come lenticchie e piselli, ma per il Pomerania non è una scelta adeguata: sono difficili da digerire e possono causare reazioni allergiche.

Oltre alle proteine animali, la dieta dovrebbe includere un buon apporto di grassi “buoni”. Parliamo degli acidi grassi Omega 3 e Omega 6, fondamentali per lo sviluppo di cervello, pelle e pelo e anche per il corretto funzionamento del cuore. Gli acidi grassi essenziali favoriscono, inoltre, l’assorbimento delle vitamine A, D, E e K.

Allergie alimentari

cane sul prato

Non è raro che i Pomerania inizino a soffrire di allergie, diventando particolarmente sensibili ad alimenti come piselli, lenticchie e altre proteine ​​vegetali. Questo è un problema tipico di qualsiasi proteina che è alla base di un cibo o di un pasto: aumenta la fermentazione nello stomaco e quindi la produzione di enzimi digestivi.

Problemi di salute tipici del Pomerania

cane in giardino

Come tutti i cani, anche gli esemplari di Pomerania sono predisposti a determinati tipi di malattie e disturbi. Dipende da un fattore genetico, ma anche dalle dimensioni o dalla conformazione tipica del quattro zampe. Vediamo insieme quali sono i più comuni.

Lussazione della rotula

cucciolo di pomerania bianco

Il problema di salute più comune del Pomerania è, come in molte delle razze di cani toy (ovvero “giocattolo”), la lussazione della rotula. L’ambiente e la genetica giocano un ruolo importante nella salute del cagnolino, ma con dieta e farmaci giusti possiamo migliorare le sue condizioni di vita. Per risolvere i problemi al ginocchio del cucciolo di Pomerania spesso basta cambiare alimentazione e fargli fare il giusto esercizio fisico!

Starnuto inverso

cucciolo di cane in giardino

Lo starnuto inverso nei Pomerania si verifica quando il cane ha un’inalazione rapida, improvvisa e forzata di aria attraverso il suo nasino. Questo produce una lunga serie di sbuffi che possono sembrare simili al soffocamento, proprio come se cercasse di inalare uno starnuto. Ecco perché si chiama starnuto inverso. Le cause di questo problema possono essere diverse, come un’irritazione del palato o della laringe o anche l’ingestione troppo rapida di cibo o acqua. Anche un tirare il guinzaglio con un collare troppo stretto possono dare origine allo starnuto inverso.

Sindrome di Cushing

cane volpino a pelo lungo

Un altra malattia tipica dei Pomerania (ma non così comune) è l’iperadrenocorticismo che conosciamo anche come Sindrome di Cushing. Una malattia spiacevole per il quattro zampe che si manifesta specialmente se viene esposto a elevati di ansia e stress. La Sindrome di Cushing aumenta vertiginosamente la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress appunto.

Altri disturbi

cane che corre

Il Pomerania può soffrire di altri disturbi, come quelli cardiaci e in particolare l’insufficienza cardiaca, associata a fattori genetici ma anche a uno stile di vita totalmente sbagliato che include cattiva alimentazione, obesità e mancanza di esercizio fisico.

Un altro problema comune ai Pomerania è l’Alopecia X o BSD, spesso definita come “malattia della pelle nera”. Questo disturbo della pelle può avere diverse cause come ipotiroidismo, malattia di Cushing, eczema, acari, infezioni da funghi o allergie.

I cani di questa razza possono soffrire anche di ipertiroidismo, una condizione che si verifica quando la ghiandola tiroidea è poco attiva. In altre parole non produce abbastanza tiroxina, l’ormone tiroideo che contribuisce a quasi tutti i processi metabolici nel corpo di un cane.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati