Basset Hound, pelo e colori: cure specifiche e tutti gli standard

Quali sono le informazioni principali da sapere riguardo il pelo e i colori del Basset Hound? Ecco qualche dettaglio a riguardo.

basset hound sguardo dolce

Cosa dobbiamo sapere riguardo il pelo e i colori del Basset Hound? Quali sono i dettagli che descrivono al meglio questo simpatico esemplare dal corpo tozzo e massiccio? Ecco le caratteristiche fisiche principali e qualche informazione sulla sua toelettatura.

Basset Hound: caratteristiche fisiche

Basset Hound, pelo e colori: cure specifiche e tutti gli standard

Chi è il Basset Hound? Come si riconosce un esemplare di questa razza? Quali sono le caratteristiche fisiche che inquadrano questo cagnolone dal corpo tozzo, basso e massiccio?

Il Basset Hound è un cane ufficialmente riconosciuto dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, e fa parte del Gruppo 6, Segugi e cani per pista di sangue, della Sezione 1A, Cani da seguita.

Questo cane è sempre stato utilizzato per le battute di caccia, soprattutto nel suo primo periodo di diffusione. Era ottimo per la caccia a prede insolite e difficili da acciuffare, come cervi o conigli.

La razza è abbastanza diffusa e conosciuta nel mondo. La stima del prezzo di un esemplare puro di Basset Hound può variare il suo costo fra i 700 e i 1000€, in base alle specifiche caratteristiche fisiche.

La taglia è media e i parametri che inquadra lo standard sono i seguenti:

  • un esemplare di razza pura di Basset Hound maschio pesa fra i 23 e i 30 kg
  • un esemplare di razza pura di Basset Hound femmina pesa fra i 20 e i 27 kg.

La testa è definita dalla forma “a cupola”, Questo significa che forma una sorta di semi-sfera perfetta e proporzionata. La fronte rimane piena di rughe, ma la caratteristica principale di questa parte sono le orecchie.

Esse, lunghissime, tenute basse e morbide, sono degli ottimi sensori per percepire qualunque tipo di rumore proveniente dai dintorni dell’esemplare.

Ecco uno dei motivi, infatti, per cui il Basset Hound si è sempre distinto nell’attività della caccia. Per quanto il suo corpo massiccio e tozzo possa dare l’impressione che l’esemplare non sia particolarmente agile, c’è anche da sottolineare che le sue abilità da cacciatore non hanno mai deluso le aspettative.

Vista perfetta, olfatto ottimo, udito eccellente: il Basset Hound è il cane ideale da portarsi dietro come compagno di battute. Pronto ad affrontare qualunque situazione, ha sempre portato a termine i suoi doveri.

Tutto questo, però, finché il suo amico umano non si è reso conto anche del suo carattere affettuoso e sensibile. Sulla base di tutto ciò, infatti, da qualche anno a questa parte il Basset Hound è molto più utilizzato e richiesto come cane da compagnia, che da caccia.

Comunque, il suo corpo tonico e resistente gli permette di poter sostenere qualunque tipo di lavoro, anche a lungo termine, senza fare storie o senza stancarsi troppo.

Il suo peso, che lo rende un cane di taglia media, è comunque bello consistente. Dunque, quello che serve è cercare di educare il nostro Basset Hound fin da. cucciolo, al fine di gestire al meglio un esemplare adulto.

30 kg di cagnolone sicuramente non sono proprio malleabili: è importante, allora, insegnare qualche regola che possa essere sufficiente per non farci sfuggire di mano tutta la situazione.

Andiamo ad analizzare, ora, più nello specifico l’argomento di oggi: pelo e colori del Basset Hound, con l’aggiunta di qualche suggerimento riguardo la sua toelettatura.

Pelo e colori

Basset Hound, pelo e colori: cure specifiche e tutti gli standard

Cosa sappiamo, invece, riguardo il pelo e i colori del Basset Hound? Quali sono i dettagli che descrivono al meglio il suo manto? Vediamo qualche dettaglio.

Il pelo del Basset Hound rimane abbastanza corto. Nonostante questo, al tatto rimane liscio e molto morbido, mentre alla vista risulta brillante e lucente.

Invece, i colori tipici del Basset Hound, quelli soprattutto riconosciuti dallo standard, sono solitamente tre: bianco, arancione e limone. Questi solitamente si trovano tutti insieme in un unico esemplare: la base è bianca, con macchie abbastanza grandi, sparse qua e là, di altri colori.

In realtà, la combinazione fino ad ora nominata è soltanto quella più comune. Altre tonalità di sfumature ammesse dallo standard sono: nero e bianco, marrone scuro e bianco, bronzo e bianco, marrone bianco e nero, bianco e limone, mogano e bianco.

Toelettatura: consigli utili

Basset Hound, pelo e colori: cure specifiche e tutti gli standard

Cosa dobbiamo sapere, invece, riguardo la toelettatura di un Basset Hound? Quali sono i consigli più utili per rendere il suo pelo più brillante possibile e mantenere la sua pelle sempre al massimo della forma?

Il Basset Hound non richiede particolari attenzioni da questo punto di vista. Il pelo, essendo corto, praticamente raso a pelle, è ben abituato a respingere qualunque tipo di problema, acqua, sporcizia o simili.

Nonostante il Basset Hound sia sempre stato un cane cacciatore e dunque abituato a scorrazzare in luoghi aperti, in mezzo a fango o terriccio, il suo corpo è abbastanza gestibile in quanto non presenta, appunto, un pelo lungo, che si sporca o si intreccia facilmente.

Una spazzolatura a settimana sarà sufficiente per eliminare eventuali residui di sporco, polvere o pelo in eccesso ormai staccato dalla cute ma che è ancora rimasto sul corpo.

Il bagno, comunque, può essere fatto, come avviene comunemente, una volta al mese, a meno che non ci siano situazioni particolari che lo richiedono in modo impellente.

Un dettaglio importante che non deve mai essere sottovalutato quando si parla di Basset Hound è il seguente: il muso deve essere controllato costantemente. È un cane, infatti, che per la conformazione della bocca molto grande e del muso assai lungo, tende a sbavare tantissimo. Sia quando mangia o beve, sia in ogni altro momento della giornata.

Ecco che si rende necessario, a questo punto, il nostro contributo che possa favorire la pulizia del suo musetto. Lo scopo di tutto ciò sarà quello di evitare sia che lui sbavi in modo eccessivo, sia che non solo si sporchi addosso, ma che ci invada ogni superficie con la sua sostanziosa bava.

Inoltre, le orecchie, un tratto molto distintivo di questa razza, vanno monitorate ogni singolo giorno, soprattutto al ritorno da ogni passeggiata. Esse devono essere pulite con cura, sia dentro sia fuori: essendo molto grandi, esse sì che tendono a raccogliere molta sporcizia!

Ma non lo sporco in sé il vero problema, o meglio: non solo! Esso, se lasciato stare, può provocare ulteriori problemi, come infiammazioni, infezioni o presenza di batteri.

La pulizia delle orecchie, allora, è un fattore determinante per la salute generale del nostro piccolo amico. Da una parte, esse gli permettono di percepire qualunque tipo di rumore (o eventualmente di pericolo); dall’altra, devono essere controllate perché gli offrono la sfortunata possibilità di accogliere corpi estranei che possono compromettere il suo benessere.