Basset Hound: salute e cure per farlo stare sempre bene

Cosa dobbiamo sapere riguardo lo stato di salute del Basset Hound? Di cosa dobbiamo preoccuparci per permettergli un benessere continuo e costante?

basset hound occhi profondi

Cosa sappiamo riguardo lo stato di salute del Basset Hound? Quali sono, se ci sono, le malattie che hanno particolare incidenza su questa razza? Lo stato di benessere generale è abbastanza buono oppure viene compromesso molto spesso? Vediamo qualche informazione utile a riguardo.

Basset Hound: salute e benessere

Basset Hound: salute e cure per farlo stare sempre bene

Chi è il Basset Hound? È un cane considerato abbastanza forte e resistente, oppure è incline a particolari malattie che tendono a sconvolgere il suo equilibrio?

Innanzitutto, dobbiamo conoscere un minimo questo esemplare. Il Basset Hound è un cane da caccia ma anche da compagnia. Anche conosciuto con il nome “bassotto gigante”, è ufficialmente riconosciuto dalla FCI, la federazione internazionale delle associazioni di allevatori canini, e rientra nel Gruppo 6Segugi e cani per pista di sangue.

È un cane socievole, divertente e dall’aspetto buffo. Paziente, dolce e affettuoso con tutta la famiglia, si è sempre dimostrato sia un ottimo membro della famiglia, sia un grandissimo lavoratore.

Fin dalle sue origini, infatti, il Basset Hound era sempre stato considerato un esemplare dedito esclusivamente alla caccia, specialmente a quella di cervi e conigli.

Col passare del tempo, però, e a seguito della conoscenza sempre più approfondita che si incrementò fra un esemplare di Basset Hound e il suo amico umano, si scoprirono sempre nuove qualità di questo cane.

Il suo carattere e il suo fisico tozzo, tonico e massiccio sono sempre stati abbastanza temprati dal duro lavoro, che esso fossero le battute di caccia o di altra natura.

Dunque, non si può certo dire che il suo organismo non sia resistente e abbastanza forte. Però, purtroppo – e come spesso accade – la predisposizione è più forte di qualunque altra cosa.

Infatti, la salute del Basset Hound è spesso messa a rischio da svariate patologie, le quali devono sempre essere tenute sotto controllo. Esse sono:

  • obesità
  • epilessia
  • malattie oculari, come il glaucoma o l’atrofia della retina
  • problemi alla tiroide
  • problemi alla colonna vertebrale o a livello muscolare e osseo
  • infezioni o infiammazioni alle orecchie.

Analizziamo nello specifico quelle più frequenti.

Obesità

Basset Hound: salute e cure per farlo stare sempre bene

La salute del Basset Hound è spesso compromessa dal possibile sviluppo dell’obesità. Data la stazza dell’esemplare e dato il suo corpo robusto, forte, resistente e massiccio, è ben facile pensare alla possibile evoluzione di tale problema.

L’obesità si verifica quando il peso-forma supera di gran lunga i kg massimi definiti non solo dallo standard di razza, ma anche dalla condizione generale dell’esemplare in questione.

Generalmente, comunque, un Basset Hound dovrebbe rientrare in questi parametri:

  • esemplare maschio: il peso varia fra i 23 e i 30 kg
  • esemplare femmina: il peso varia fra i 20 e i  27 kg.

L’obesità è un problema molto grave che, se preso sottogamba, può provocare delle gravi conseguenze, come:

  • diabete mellito
  • problemi articolari
  • difficoltà di movimento
  • artrite precoce
  • problemi respiratori
  • problemi cardiaci.

L’obesità si può evitare, ma anche risolvere, mettendo in atto i seguenti modi:

  • permettere al cane tanto movimento giornaliero
  • dargli un’alimentazione sana e corretta, che sia sempre controllatissima nelle dosi e nelle porzioni.

Epilessia

Basset Hound: salute e cure per farlo stare sempre bene

Ancora, la salute del Basset Hound può essere toccata anche dall’epilessia. Questa patologia va a colpire i neuroni del nostro piccolo amico, i quali, andando in tilt, provocano un lavoro elettrochimico del cervello assai eccessivo, ingestibile.

Tale disfunzione dell’attività cerebrale, causata dalla ricezione ed elaborazione scorretta degli stimoli, provoca delle conseguenze molto difficili da accettare e anche da vedere.

Come accorgerci che il nostro Basset Hound sta avendo una crisi epilettica? Ecco i segnali:

  • spasmi muscolari: i muscoli si irrigidiscono e si muovono in modo involontario e incontrollato, impedendo al cane di camminare liberamente
  • incontinenza costante
  • salivazione eccessiva
  • svenimenti improvvisi
  • apatia generale e stanchezza perenne
  • stato confusionale e sguardo assente

Solitamente, si può sviluppare già dalla tenera età: fra i 6 mesi e 5 anni già dovrebbero verificarsi i primi casi di crisi epilettiche. Oltre alle varie cause che possono esserci, dobbiamo considerare l’incidenza genetica del problema.

Razze come Bassotto, Basset Hound, Barbone, Beagle, Pastore Tedesco, San Bernardo, Setter sembrano esserne particolarmente colpite.

Far presente subito al veterinario il verificarsi di questi problemi può aiutarci ad agire tempestivamente, al fine di capire quale sia la causa scatenante, oltre alla genetica. In questo modo, si potrà provvedere a trovare una soluzione. Dunque, ogni caso specifico richiede una particolare attenzione.

Glaucoma

Basset Hound: salute e cure per farlo stare sempre bene

Il glaucoma è un problema che colpisce facilmente il Basset Hound, data anche la conformazione dei suoi occhi, grandi e dalla forma allungata.

Esso consiste in un’eccessiva quantità di liquido che si forma nella parte interna dell’occhio del nostro piccolo amico. Si verifica quando c’è un mal funzionamento proveniente proprio dall’interno.

Solitamente, l’occhio sintetizza in modo automatico, benché molto lento, tutti i liquidi secreti naturalmente, fino a espellerne la sostanza eccessiva.

In presenza del glaucoma, questo processo avviene in modo inutilmente rapido, tanto che il meccanismo non ha più la possibilità di eliminare l’eccedenza.

Tutto ciò, ovviamente ha delle conseguenze, anche abbastanza evidenti. La pressione interna dell’occhio aumenta e produce degli scompensi a livello di retina e nervo ottico. Se non preso in tempo o non curato a dovere, può anche provocare, a lungo andare, la vera e propria cecità.

Solitamente, almeno rispetto a quanto succede all’uomo, la presenza del glaucoma provoca un forte mal di testa. Dato che, però, gli animali non possono comunicarci questa loro condizione, dobbiamo trovare altri modi per renderci conto della loro condizione.

I possibili sintomi di questo mal di testa forte possono essere:

  • inappetenza
  • apatia generale
  • occhio colpito da glaucoma si gonfia e inizia ad assumere un colore con delle sfumature blu/bianco

Visto che, come si accennava sopra, il glaucoma può provocare lo sviluppo della cecità totale, dobbiamo provvedere subito ad avvertire il veterinario. Esistono diversi tipi di glaucoma: in base alla tipologia, sarà il veterinario a suggerirci la cura specifica.

Solitamente, comunque, si consiglia l’utilizzo di un collirio che possa tenere sotto controllo il liquido secreto dall’interno dell’occhio. A volte, possono essere somministrati anche antinfiammatori o analgesici per lenire il dolore o il fastidio.

Nei casi più gravi, inoltre, si potrebbe anche rendere necessario un intervento chirurgico che possa risolvere in modo più efficace una situazione abbastanza critica.