Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

Ecco a voi 10 consigli sulla sicurezza per chi ha un cane, per continuare a vivere in tutta tranquillità l'amicizia più bella del mondo

batti cinque col cane

Adottare un amico a quattro zampe riempie la casa di coccole e amore, ma non dimentichiamo che è soprattutto una grande responsabilità. Basta seguire alcuni semplici consigli sulla sicurezza per chi ha un cane per rendere la vita di Fido felice ma anche lontana dai pericoli. La casa è l’ambiente che più ci piace, quello in cui ci sentiamo al sicuro e non ci manca nulla. Deve essere così anche per Fido, per questo è bene conoscere quali rischi potrebbe correre e soprattutto come evitarli.

Quel che per noi è innocuo per il cane potrebbe essere fonte di guai. Del resto sappiamo bene come Fido sia un inguaribile curiosone, per questo il pericolo è dietro l’angolo. Ecco allora del consigli sulla sicurezza utili per chi ha un cane e vuole assicurarsi che non corra alcun rischio. Per continuare a vivere in tutta tranquillità l’amicizia più bella del mondo!

Controlli dal veterinario: la salute prima di tutto

Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

Prevenire è meglio che curare, il detto non sbaglia. E in effetti la gran parte delle malattie, salvo eccezioni, è più semplice da prevenire che non da curare appunto. Ecco perché per la sicurezza e la salute del nostro cane non dobbiamo mai tralasciare le visite dal veterinario. Facciamo sempre i controlli di routine, anche se Fido sta bene. È un modo per monitorare le sue condizioni di salute con regolarità ed eventualmente notare anche il più innocuo sintomo, agendo tempestivamente. Naturalmente ricordiamo sempre di fare tutte le vaccinazioni seguendo il calendario di richiami stilato dal nostro veterinario di fiducia.

Non lasciare cibo e bevande incustoditi per casa

Chiunque abbia un cane sa perfettamente che i quattrozampe sono davvero incorreggibili. Sono curiosi e non appena captano un delizioso profumino non perdono tempo per fiondarsi sul tavolo e rubare un pezzettino del nostro cibo. Parlando di consigli sulla sicurezza per chi ha un cane dobbiamo per forza citare questo: mai lasciare il cibo incustodito sul tavolo o in qualsiasi altro luogo che Fido possa raggiungere con facilità.

I cani devono mangiare la propria pappa e non fare un assaggino dietro l’altro, brutta abitudine che troppi padroncini prendono alla leggera. Lasciando pietanze e piatti con avanzi del nostro cibo in giro per casa non facciamo altro che offrire al cane l’occasione per stare male. E con alcuni cibi c’è poco da scherzare, si va dal semplice mal di pancia al vomito fino a problemi molto più seri. Quindi facciamo attenzione e da bravi padroncini responsabili riponiamo sempre il cibo negli appositi stipetti o in frigorifero.

La stessa cosa vale per le bevande che noi umani consumiamo in quantità industriali. Fido deve bere l’acqua dalla sua ciotola, sempre fresca e pulita. Non deve mai e poi mai entrare a contatto con caffè, tè, bibite alcoliche né con bevande gasate o succhi di frutta. L’alcol, la teina, la caffeina, i dolcificanti e tutte le altre sostanze contenute all’interno di questi prodotti sono tossiche per i quattrozampe e mettono in serio pericolo la sua salute.

Cane e socializzazione

Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

I cani non sono tutti uguali, questo è ovvio. Ognuno di essi ha una personalità e un carattere ben precisi e proprio come accade a noi umani non è detto che a tutti i quattrozampe piaccia fare amicizia. Ci sono certamente cani più amichevoli di altri, ma in quanto padroncini abbiamo la responsabilità della loro socializzazione. Dobbiamo insegnargli sin da cuccioli ad avere contatti con le persone e con gli altri cani in modo sano, tranquillo e pacifico. In tal senso possiamo sfruttare l’esperienza di un buon educatore cinofilo o anche farlo da soli, seguendo tutti i consigli utili.

In fatto di consigli sulla sicurezza per chi ha un cane non può mancare il capitolo socializzazione. Perché spesso cani non socializzati o che non amano il contatto con le altre persone e con i propri simili possono mettere a serio rischio gli altri. Basti pensare al momento della passeggiata che dovrebbe essere tranquillo e piacevole. Se sappiamo che il nostro Fido non va d’accordo con gli altri cani evitiamo di portarlo in luoghi troppo affollati. Assicuriamoci che abbia sempre collare e guinzaglio e teniamoci a debita distanza.

La stessa cosa vale per le persone. Molti cani fanno amicizia subito e anzi adorano conoscere nuova gente per rubargli quante più coccole e carezze possibili. Ma quelli che non sono abituati al contatto con gli estranei potrebbero reagire molto male, specialmente nei confronti di uno sconosciuto che si avvicina per fargli una coccola.

Prevenire le “risse” tra cani

Tra i consigli sulla sicurezza per chi ha un cane questo potrebbe quasi sembrare il gemello di quello precedente. Ma non è così. Qui entriamo in un ambito temuto da tutti i padroncini, una eventualità con cui nessuno vorrebbe mai e poi mai avere a che fare. I cani non sono animali che litigano senza un motivo perciò togliamoci dalla testa la falsa convinzione che vi siano cani aggressivi a prescindere.

Quando scatta la “rissa” c’è sempre una ragione e spesso e volentieri potrebbe dipendere proprio dal nostro comportamento, anche inconsapevole. Quando portiamo il cane a fare la passeggiata è naturale che incontri i suoi simili. Per conoscersi i cani si annusano, si girano attorno ma lo fanno solo per qualche secondo. Perciò impariamo che costringere due cani a stare troppo vicini dopo questo “rituale” potrebbe far scattare in loro l’aggressività. Del resto sono al guinzaglio e non possono muoversi e allontanarsi liberamente.

Poi c’è il caso dei cani che non si stanno affatto simpatici, ma questo è un altro paio di maniche. Cerchiamo di comprendere il linguaggio del corpo di Fido, capiamo se tira al guinzaglio perché ha voglia di andar via. E soprattutto se i cani iniziano ad azzuffarsi non mettiamo mani e braccia in mezzo, in questo modo più che separarli rischiamo di perdere un arto.

Cane in inverno: consigli sulla sicurezza di Fido

Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

L’estate è fantastica e divertente, ma l’inverno non è certo da meno! Pensate a quanto è bello il periodo in cui possiamo festeggiare il Natale con il cane, fare una bella gita sulla neve oppure una passeggiata romantica sotto la pioggia. Ma attenzione, perché tutte queste cose affascinanti nascondono delle insidie. Innanzi tutto in inverno fa freddissimo e le basse temperature possono nuocere ai quattrozampe. A questo dobbiamo aggiungere l’umidità che si insinua nelle ossa e nelle articolazioni, specialmente in quelle dei cani più vecchietti.

Gli accessori per proteggere Fido dal freddo non mancano. Possiamo acquistare stivaletti antipioggia (e antiscivolo), cappottini e maglioni che lo tengono al calduccio, persino calzette, cappelli e sciarpe. Facciamo attenzione soprattutto ai cani di piccola taglia, che sono molto più freddolosi degli altri.

Evitare che Fido fugga (o venga rubato)

C’è poco da fare, il solo pensiero che il cane possa scappare via o che, peggio, venga rubato da qualche malintenzionato è semplicemente terrificante. Seguendo dei consigli sulla sicurezza per chi ha un cane possiamo evitare queste spiacevoli situazioni. Farlo è essenziale non solo per risparmiarci un trauma, ma soprattutto per tenere Fido al sicuro.

I cani possono scappare via molto facilmente perché si lasciano incuriosire praticamente da tutto. Bastano un suono particolare, un altro animale, il profumo di un cibo buono ed ecco che è pronto ad allontanarsi per curiosare e scoprire nuove cose. Per questo se stiamo in giro col cane dobbiamo tenerlo sempre al guinzaglio senza mai perderlo di vista, neanche per un momento. Inoltre non dimentichiamo di adottare delle misure di sicurezza per proteggere il cane dal furto, anche nel proprio giardino di casa. A tal proposito torna utile insegnare al cane a rifiutare un’esca avvelenata.

Sicurezza del cane in macchina

Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

Sono mille i motivi per cui potrebbe essere necessario portare il cane in macchina. Il viaggetto deve essere piacevole ma soprattutto sicuro, breve o lungo che sia. Il primo dei consigli sulla sicurezza del cane in macchina è molto semplice: non deve potersi muovere liberamente nell’abitacolo. Un doppio rischio perché non solo Fido potrebbe farsi male ad una brusca frenata, ma lo stesso guidatore potrebbe fare manovre sbagliate perché vede il cane muoversi o peggio finirgli addosso.

In secondo luogo evitiamo di lasciare il cane da solo dentro la macchina. Potrebbe venirgli un brutto colpo di calore e stare davvero molto male. Nell’abitacolo soprattutto in estate si raggiungono temperature altissime. E poi un cane che resta chiuso in macchina tutto solo per molto tempo diventa ansioso, nervoso e potrebbe avere comportamenti distruttivi e autodistruttivi.

Discorso a parte per i cagnolini che soffrono di mal d’auto. Non costringiamoli se possibile a questa “tortura” del viaggio in macchina o almeno premuriamoci di chiedere al veterinario una soluzione per risolvere il problema delle nausee.

Cane in estate: consigli sulla sicurezza di Fido

L’estate è un periodo dell’anno fantastico in cui possiamo trascorrere felici giornate al mare (ma anche in montagna) insieme al nostro peloso. Ma con il caldo, il sole fortissimo e la salsedine c’è il pericolo di scottarsi o sentirsi male. Facciamo in modo che la vacanza al mare sia positiva per cane e padroncino e prendiamo tutte le precauzioni possibili per restare al sicuro.

Mettiamo a disposizione di Fido un riparo all’ombra e una bella ciotola di acqua fresca e pulita, in modo che possa reidratarsi quando occorra. Così evitiamo anche che gli venga un brutto colpo di calore e che si scotti la pelle. Sì, anche i cani possono bruciarsi sotto il sole, proprio come noi, specialmente quelli a pelo chiaro e corto. Possono bruciacchiarsi persino il naso! Facciamoci consigliare dal veterinario una crema a protezione solare che va applicata a ogni esposizione sotto i raggi del sole.

Sicurezza del cane in acqua: qualche consiglio

Consigli sulla sicurezza per chi ha un cane: eccone 10

Vale in estate come in inverno e in qualsiasi altra stagione: l’acqua può essere pericolosa perciò quando siamo al lago, al mare o in qualunque altro posto facciamo molta attenzione. Innanzi tutto perché non è a tutti i cani che piace nuotare e, anzi, molti non ci riescono. È una questione di “fisico”, cani piccolini e con le zampe corte come il Carlino ad esempio hanno serie difficoltà e in acqua non si divertono proprio. Anzi rischiano anche di annegare.

Se Fido sa nuotare lasciamolo pure libero di farlo, a patto di tenerlo sempre sotto controllo e non perderlo mai di vista. Se, al contrario, non lo sa fare o ha qualche difficoltà di movimento procuriamoci strumenti e accessori per salvaguardarlo. Un esempio? Possiamo comprare un bel giubbottino di salvataggio su misura per farlo stare sempre a galla.

Essere sempre pronti per le emergenze

Emergenze o disastri possono accadere a chiunque di noi, causando devastazione e mettendo in pericolo i nostri cani. Prepararsi alle emergenze e alle catastrofi significa dedicare tempo alla preparazione prima che si verifichi un disastro. Ciò può fare davvero la differenza, sia per noi che per i nostri amati quattrozampe. Prepariamoci ad ogni evenienza assicurandoci che il cane abbia il microchip e sia identificabile. Teniamo in casa kit di emergenza e pronto soccorso qualora servisse medicarlo. Altra cosa importante, quando possibile segnaliamo la presenza dell’animale in casa, per quando non ci siamo.