Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Osservando le zampe del cane possiamo "prevedere" la sua taglia? Ecco svelata una curiosità interessante, che può tornarci molto utile

cucciolo di husky

È vero che tra zampe del cane e taglia esiste un nesso? Ebbene sì, tra i fattori indicativi delle future dimensioni del cucciolo possiamo tenere in considerazione proprio le fattezze delle zampe, da aggiungere ovviamente alla razza canina di Fido e alle dimensioni dei suoi genitori. C’è anche da dire, però, che ciò non vale sempre e talvolta questo paragone non ci dà la risposta corretta.

Zampe del cucciolo e taglia del cane adulto

Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Le zampe del cucciolo di cane possono essere un buon indicatore della sua taglia da adulto, specialmente se sono insolitamente grandi o insolitamente piccole. In genere quando il piccolo Fido ha zampe grandi, da adulto si sviluppa maggiormente in peso e altezza. Pensateci un momento, in fondo questo principio ha un senso logico. Prendiamo il caso del Labrador Retriever, i cuccioli di questa razza canina hanno zampe grandi. E in effetti da adulti dovranno sostenere una corporatura bella pesante. O prendiamo il caso del Mastino, un cane enorme che da adulto raggiunge un peso di tutto rispetto. Anche in questo caso, è naturale che i cuccioli abbiano zampe più grandi rispetto a quelli di altre razze.

La crescita dei cani funziona in modo un pochino diverso rispetto a quella di noi umani. Generalmente i cuccioli assumono le sembianze di adulti entro il primo o i primi due anni di vita, con le dovute distinzioni. Ad esempio i cani di taglia media raggiungono la maturità verso i 18 mesi di vita mentre le razze di cani giganti impiegano quasi 3 anni. Perciò se proprio vogliamo “indovinare” la taglia del nostro Fido non possiamo farlo a poche settimane di età. Ci vuole tempo!

Zampe del cane e taglia, un paragone non proprio infallibile

Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Se adottiamo un cagnolino osservando le sue zampe possiamo capire se sarà un cane di taglia piccola, media o grande. Ma attenzione perché questo non è un metodo infallibile e ci sono casi in cui questo binomio può portarci a conclusioni sbagliate. Facciamo qualche esempio.

Alcuni cani di grossa taglia, come i Collie, tendono ad avere piedi più piccoli rispetto ad altri cani della stessa taglia. Allo stesso modo ci sono alcuni cani di piccola taglia, come i Bulldog o i Terrier, che hanno piedi più grandi di altri cani della loro taglia. Molto dipende dalla razza canina che può avere delle peculiarità che ci possono sviare. I cani di razza gigante come l’Alano, ad esempio, tendenzialmente crescono in modo diverso l’uno dall’altro mentre le razze piccole come i Chihuahua sono relativamente più coerenti nelle fasi dello sviluppo.

Perciò, di fatto, prevedere la taglia del cane adulto a partire dalle zampe del cucciolo è molto più accurata per i cani di razza di piccola taglia rispetto ai meticci di taglia più grande.

Cane meticcio, come sapere quanto diventerà grande

Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Può essere relativamente facile indovinare quanto grande diventerà un cucciolo di razza. Del resto ciascuna razza canina ha delle caratteristiche precise che si trasmettono dai genitori ai cuccioli in maniera tendenzialmente sempre uguale. Al contrario può essere difficile capire di che taglia sarà il cucciolo una volta adulto se i suoi genitori sono sconosciuti e se non conosciamo le razze a cui appartengono. Chi prende un cucciolo da un allevamento ottiene tutta la documentazione inerente al papà e alla mamma, perciò è semplice in questo caso capire se da adulto sarà grande o piccolo. Al contrario adottando un cucciolo da un canile o da un rifugio non è semplice (anzi, quasi impossibile) avere informazioni di questo tipo.

Oggi la scienza ci viene in soccorso. Esistono dei test del DNA (si trovano online) che si rivelano utili per capire quanto crescerà il cane e anche in quanto tempo. Si tratta di test che non costano moltissimo e che ci possono aiutare a determinare la razza canina predominante nel patrimonio genetico del nostro cucciolo. Conoscendo le razze canine che costruiscono la “linea di sangue” del cane possiamo prevedere in maniera più accurata quali caratteristiche svilupperà da adulto. Una volta scoperte le componenti della linea di sangue del cucciolo possiamo calcolare la sua taglia da adulto considerando il peso e l’altezza medi per quella razza specifica.

Tanto per fare un esempio molto semplice, se le zampe del cucciolo sono grandi e la razza a cui appartiene è di grossa taglia, è inutile dire che diventerà un grande cane adulto.

Il “trucco” delle 16 settimane

Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Sebbene le zampe dei cuccioli siano generalmente proporzionate alle dimensioni complessive, all’inizio potrebbe non sembrare così. Quando abbiamo a che fare con cuccioli appena nati non è raro che i piedi siano sproporzionatamente grandi o piccoli. Solo quando raggiungono le 14-16 settimane di vita che le loro proporzioni si assestano, incluse quelle delle zampe. Ciò vale per la maggior parte delle razze canine, ma i cani molto piccoli (razze Toy) che hanno meno di un anno possono ancora sembrare sproporzionati da grandi.

Un modo semplice per prevedere la taglia del cucciolo è calcolare il suo peso intorno alle 16 settimane, poi moltiplicare questo valore per due. Diciamo che in linea generale ciò rivela quanto sarà grande (cioè quanto peserà) il cucciolo quando sarà completamente sviluppato. Anche in questo caso non dimentichiamo che si tratta di stime approssimative che non ci danno una risposta esatta al cento per cento.

Non solo zampe, genitori e pelle ci dicono qualcosa sulla taglia del cane

Zampe del cane e taglia: è vero che ci fanno capire quanto diventerà grande?

Come abbiamo detto prima, quando adottiamo un cucciolo di razza “pura” è più semplice sapere come sarà da adulto. Il problema sorge quando accogliamo un trovatello di cui non conosciamo praticamente nulla, né i genitori né le razze canine che compongono la sua storia genetica.

È inutile, il modo migliore e più semplice per determinare la taglia futura del cucciolo è guardare i genitori. La razza, le dimensioni e il peso della mamma e del papà ci possono dare un’idea piuttosto esatta di quanto diventerà grande una volta adulto. I cani di taglia grande e media generalmente generano esemplari di grandi dimensioni, ma a volte i cuccioli possono avere zampe piccole. Le zampe del cucciolo non sempre dicono con precisione se diventerà un cane di grossa taglia o se sarà il più piccolo della cucciolata. È appurato che per capire quali saranno le sue dimensioni dobbiamo guardare la mamma. Per la maggior parte delle razze, dagli Schnauzer ai Retriever fino ai Pastori Tedeschi, i maschi saranno più grandi delle femmine.

Oltre alle dimensioni delle zampe del cane c’è un altro elemento che può aiutarci a capire quale sarà la sua taglia: la pelle in eccesso. Di solito i cuccioli che hanno la pelle flaccida (quella con le rughette, per intenderci) hanno più probabilità di crescere parecchio.

Per quanto possa essere un divertente “giochino” indovinare la taglia del cane in base alle zampe del cucciolo, non tralasciamo la cosa più importante. Adottare un cane meticcio, salvandolo dalla strada o da una vita relegato in canile, è un gesto encomiabile ma prima di tutto è una responsabilità. Cercare di prevedere in qualche modo quanto crescerà è utile per assicurargli le cure e le attenzioni di cui ha bisogno. Dobbiamo esser pronti a donargli tanto amore, questo è certo, ma anche essere in grado di fornirgli lo spazio di cui ha bisogno. Senza dimenticare, poi, che cani più grandi devono mangiare più pappa!